I contenuti di Ferrovie in Calabria sono a disposizione di tutti, ma a condizione che, se sfruttati, siano accompagnati dall'indicazione della fonte (blog o autore dei testi/fotografie). Tutto il materiale ivi pubblicato è protetto da Copyright, perciò per evitare situazioni incresciose vi preghiamo di seguire questa piccola regola. Buon Viaggio!

• 14/10/14 • La mancanza di energia per l'alimentazione elettrica, sulla linea Paola - Cosenza, causa l'arresto improvviso di un treno nella galleria Santomarco: si è trattato della simulazione di criticità, tenutasi stanotte all'interno della lunga galleria posta sulla ferrovia Paola - Cosenza. Qui la news di ANSA Calabria • 13/10/14 • Trenitalia: a partire dal 15 ottobre verrà ripristinato il treno Regionale 22664 Reggio Calabria Centrale (11.30) - Rosarno (12.50), mentre verrà soppresso, solo nella giornata del 15 ottobre, il Regionale 22653/22654 Melito PS (6.45) - Rosarno (8.45). Qui il comunicato di Fsnewss • 04/10/14 • Si è tenuto nella giornata del 2 ottobre, l'open day alla stazione RFI di Fuscaldo, i cui ambienti non più utili ai fini dell'esercizio ferroviario, sono stati assegnati alla locale cooperativa agricola "Il Segno": prosegue quindi anche in Calabria, il programma di Rete Ferroviaria Italiana che prevede il recupero e l'affidamento a fini sociali delle stazioni parzialmente o totalmente dismesse. Qui la news • 29/09/14 • Si terra alla stazione RFI di Bova Marina, giorno 9 ottobre, un nuovo sit-in di protesta contro il declassamento della ferrovia Jonica. Clicca qui per aderire all'evento su facebook • 22/09/14 • Taglio delle stazioni sulla ferrovia Jonica: l'assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele, scrive ad RFI per chiedere rassicurazioni sul progetto di ridimensionamento, in vista di una riorganizzazione dell'orario regionale lungo la linea Jonica. Qui il comunicato • 13/09/14 • Pubblicati sulla nostra pagina gli orari dei servizi ferroviari Ferrovie della Calabria previsti a partire dal prossimo 15.09.2014. Vedi qui • 12/09/14 • Il fabbricato viaggiatori della ormai dismessa fermata di Curinga (posta sulla linea Tirrenica tra Lamezia Terme ed Eccellente), è stato ufficialmente attribuito da RFI, ad uso gratuito del Comune. Qui la delibera del consiglio comunale • 09/09/14 • Domani, 10.09.2014, il candidato per le Regionali con il Centrosinistra Oliverio si recherà nella stazione delle Ferrovie della Calabria di Soveria Mannelli, dalla quale partirà alla volta di Catanzaro a bordo del treno 17 delle 10.25. Arrivato a Catanzaro incontrerà a via Milano i lavoratori e sindacalisti delle FC e dell'AMC di Catanzaro. Leggi qui

25 feb 2010

Ferrovie e società civile allo sbando

E' purtroppo confermata la soppressione, a partire dal primo marzo, delle antenne Joniche ICN 750/753 "Tommaso Campanella" e 766/763 "Scilla" Reggio-Roccella-Lamezia-Milano e vv, e Reggio-Roccella-Lamezia-Torino e vv. Ma c'è di più: inizialmente era prevista la soppressione solo delle antenne Joniche, e la limitazione delle sezioni tirreniche dei due treni a Lamezia Terme Centrale: da un paio di giorni invece, sul sito internet di Trenitalia, i due treni sono completamente scomparsi! Le motivazioni sono sempre le solite: la scarsa frequentazione (addirittura voci deliranti parlano di una media di 20 viaggiatori a treno, con un picco nei periodi festivi di 100 persone....). Come se non bastasse un altro gravissimo problema sta flagellando la ferrovia Jonica, in particolare nel tratto tra Roccella Jonica e Bova Marina: ci troviamo di fronte ad atti quasi terroristici a bordo dei treni, da parte di ragazzini (con evidenti problemi mentali, ma comunque pericolosi), che con un demenziale atteggiamento mafioso, prentendono di non pagare il biglietto o di costringere i macchinisti ad effettuare "fermate straordinarie" in stazioni nelle quali in realtà il treno non prevede fermata. Un esempio? Africo Nuovo...bestia nera d'Italia. La cosa tragica è che se qualche Capo Treno tenta di opporre restistenza a questi teppisti, i risultati sono i treni devastati, soste in linea a causa dell'azionamento del freno d'emergenza ed addirittura piccoli attentati lungo la ferrovia, che non stiamo qui ad elencare per evitare di ispirare qualche altro "genio". Finalmente pare ci si sia resi conto della situazione da Far West, e dovrebbe iniziare a breve (o forse è già iniziata in questi giorni) un'offensiva da parte della Polizia Ferroviaria e della Protezione Aziendale di RFI, contro questi branchi di delinquenti. Si spera che l'operazione sia duratura e non solo di facciata, e che questi scarti della società ricevano un pò di sane manganellate sulla loro testa calda. Anche un pò di olio di ricino non farebbe male...
Tornando alla questione dei tagli agli ICN Reggio-Milano e Reggio-Torino, pare che la Regione si stia impegnando per inserire al posto delle "antenne" e delle sezioni principali tra Lamezia e Reggio Calabria, dei treni regionali sostitutivi. Sicuramente l'idea è lodevole, ma comunque sarebbe utile soltanto a quei viaggiatori che utilizzano questi treni per spostamenti all'interno della Regione, nei tratti Lamezia-Roccella-Reggio e Lamezia-Mileto-Reggio. Arrivati a questo punto non si tratta semplicemente della solita questione delle antenne Joniche: qua si parla del taglio di due treni notturni tra i più frequentati in Italia, e questo rischierebbe di provocare un caos inimmaginabile. La speranza è che il Governo e Trenitalia ritirino questa decisione scellerata, visto che la situazione sociale in Italia, ed in particolare in Calabria e nel Sud, è già abbastanza tesa. Sarebbe meglio evitare di far esplodere "la bolla", per il bene dei cittadini (ormai stanchi a sufficienza) e del Paese.

Una domanda prima di chiudere il post: come mai Trenitalia continua a far viaggiare decine di Frecce Rosse quasi vuote, e poi taglia i treni notturni e gli IC che in realtà viaggiano quasi al completo in tutti i periodi dell'anno, e vengono letteralmente presi d'assalto nelle feste?

L'ICN 766 in arrivo alla stazione di Soverato, ancora con la vecchia composizone di quattro carrozze: dal cambio d'orario di Dicembre 2009, infatti, la composizione è stata ridotta di una carrozza di seconda classe con posti a sedere. E dopo il taglio della carrozza, rischia di sparire l'intero treno...

22 commenti:

fra.laz ha detto...

Io sono dell'opinione che i dati non siano affatto reali: se mai fosse vero dei venti viaggiatori da Lamezia a Reggio potrà essere capitato una, massimo due volte..io il 750/2 e il 751/3 li ho presi molte molte volte, e non mi è MAI capitato di essere da solo nello scompartimento, mai meno di quattro persone (nei casi di massima fortuna!)..in ogni caso credo che ci sia anche la possibilità che il traffico su questi treni sia leggermente diminuito, ma è Trenitalia la causa stessa del calo: oltre alle carrozze che viaggiano in pessime condizioni, soprattutto le semplici "posti a sedere", si aggiunge il costante aumento dei prezzi e la riduzione dell'offerta..questi treni inizialmente prevedevano la composizione con tre carrozze con posti a sedere e cuccette semplici..poi con l'arrivo delle Comfort si è tolta la terza X con posti semplici e la cuccetta è aumentata incredibilmente di prezzo, essendo comfort..da dicembre un'altra posti a sedere in meno e quindi l'offerta si è basata quasi esclusivamente sul servizio "Comfort", davvero poco allettante per chi non ha le possibilità economiche o magari deve viaggiare spesso con questo treno..a questo punto credo che qualcuno approfitterà di queste soppressioni (e se non lo fa è scemo XD).......l'onnipresente..."FEDERICO"!

Shay Parkman ha detto...

Io dico solo che qualcuno ci deve mangiare di sopra, sennò non si spiega questo taglio.

E in quanto a quegli esseri con la 'nduja al posto del cervello, spero vivamente di ritrovarli spiaccicati sulla linea ferrata un giorno di questi. Il che non è certo bellissimo, ma se lo meritano.

AlexMos ha detto...

Che dire ragazzi .... per risollevare il morale della truppa proporrei un bel Perugia - Reggio Calabria C.le con doppia antenna jonica ... (Paola - Cosenza - Sibari - Crotone) (Lamezia - Cz. Lido - Roccella) ... ma mi sa che sono arrivato con una quindicina di anni di ritardo ...

Peppe FSE MF-TA ha detto...

Oltre 150 anni di gloriosa storia distrutti in poco piu' di un lustro; chissa' chi e' il mafioso che sta dietro a quest' altro sopruso, altro che scarsa frequentazione, chissa' da quanti zeri e' composta la parcella ricevuta dal mafioso di chi ha affermato cio', non e' la prima volta, vi siete mai chiesti perche' ad ogni soppressione di ogni treno a lunga percorrenza )diurno o notturno che sia) sulla jonica, immediatamente dopo spuntano fuori nuove autolinee che fanno il medesimo percorso dei suddetti treni? Che tristezza, e come se mi avessero derubato di qualcosa, vergognatevi politici calabresi!

Admin ha detto...

Ehhhh caro Alex...se ci fosse una mentalità diversa, le persone diverse e qualche soldo in più, la tua proposta non sarebbe mica così "strana" :'(

Peppe, il guaio mostruoso è che adesso si inizia a sopprimere addirittura sulla Tirrenica!!!Qualche anno fa l'unico rischio era quello di lasciare la Jonica senza antenne...ma ora il rischio è quello di lasciare la Calabria intera senza uno straccio di collegamento ferroviario Pax :(
Comunque già la macchina anti-tagli è partita...speriamo bene!!!
Peppe, ti ringrazio per la tua vicinanza ed il tuo impegno!!Speriamo di vederci presto tutti assieme!

Peppe FSE MF-TA ha detto...

Robe', il mio appello di 15 giorni fa e' stato ascoltato, avevo perso le speranze ed invece il 6 marzo e' stata organizzata un' importante manifestazione nella piazza antistante la stazione di Reggio Calabria, in piu' se ne sta' organizzando un' altra che si terra' in una delle localita' servite dalla ferrovia jonica (location ancora da definire), non dovete assolutamente mancare, io 15 giorni fa ho lanciato l' allarme e da qui ho tempestato il sindacato ORSA dei macchinisti calabresi di telefonate ed e-mail,e fortunatamente si sono immediatamente attivati per organizzare le manifestazioni, in piu' sul sito Newz.it hanno silurato i dirigenti di Trenitalia ed il sindaco di Reggio Calabria con due comunicati bomba, davvero encomiabili, perche' tra loro, il resto del personale addetto ai treni calabresi a lunga percorrenza e l' indotto, rischiano di saltare 80 posti di lavoro. Io faro' il possibile per esserci sabato 7 marzo a Reggio, e se posso saro' anche all'altro appuntamento, ma tu, Vittorio e gli altri per una volta mandate al diavolo lascuola e venite, fai girare la voce, perche' in entrambe le occasioni dovremmo essere migliaia di persone, non poche centinaia; leggiti i comunicati dell' ORSA, ci sentiamo presto, conto su di voi.

Admin ha detto...

A quanto pare si sta attivando anche il sindacato FastFerrovie!!!!Ci sentiamo Peppe, così ci organizziamo!

Clo&demk ha detto...

Roberto, leggi un pò qui...

Arrestato capo treno

Assurdo

fra.laz ha detto...

Ecco gli articoli di Newz.it:

http://www.newz.it/2010/02/25/macchinisti-dirigenti-trenitalia-curatori-fallimentari-ferrovie-calabresi/28655/

http://www.newz.it/2010/02/25/ferrovie-i-sindacati-pronti-alla-protesta/28526/

E beh..si dovrà andare senz'altro a Reggio allora! Solo che non ho capito se il 6 o il 7..in ogni caso..spero non l'8..perchè sarei di nuovo a Roma..(vabbè..al max mi metto solo davanti a Piazza della Croce Rossa, che ce l'ho pure vicino casa :@)

Admin ha detto...

http://www.newz.it/2010/02/25/treni-sindacati-annunciano-sit-in-protesta-in-piazza-garibaldi/28582/

A questo punto direi che ci si vede il 6 marzo alle 10:30 di fronte la mitica Reggio Calabria Centrale!!!!Faremo sentire la nostra voce!!

Anonimo ha detto...

Questa è una strategia mirata di trenitalia appoggiata sicuramente da qualcuno della regione.
Il loro obiettivo da quando è nata l'alta velocità è quello di eliminare i collegamenti di categoria inferiore costringiendo l'utenza a prendere i loro costosissimi eurostar.
Basta vedere le soluzioni esosissime che ti propongono per un viaggio lamezia-bologna giornaliero con scalo a roma o napoli (sopra anche i 100 euro...nemmeno l'aereo costa così).
Mentre la maggior parte dei viaggiatori preferisce giustamente prendere un treno notturno si scomodo ma almeno a un prezzo decente e soprattutto diretto.
Cioè chi si deve spostare dalla calabria al nord italia in treno deve sborsare cifre fuori mercato. Assurdo!!!

Admin ha detto...

Che poi attenzione: il treno notturno è il miglior modo per spostarsi via terra sulle lunghe distanze: si arriva a destinazione riposati e tranquilli, senza stress di carrozze a salone invase da bambini che sbraitano, cellulari che squillano e gente che va su e giù...
Io sono dell'idea che si potrebbe anche aumentare il prezzo dei treni notturni, a patto che ci sia un miglioramento nei servizi a bordo, nella pulizia e soprattutto nelle tracce. Sono certo che nonostante l'aumento del costo, aumenterebbe tantissimo anche l'utenza. Ma forse lì potrebbe arrabbiarsi qualche gestore di autolinee, o l'AV potrebbe perdere viaggiatori.......BAH!
Come vorrei che le DB ci invadessero...

fra.laz ha detto...

Beh..sì..sicuramente un'invasione germanica non ci farebbe male...l'unico problema è che nemmeno lì scherzano con i prezzi..che, anzi, sono molto maggiori rispetto ai nostri (Anche rispetto agli ES* :S )..certo è che il servizio offerto non ha paragoni! e con un po' di attenzione anche lì si possono fare buoni risparmi, senza contare le varie offerte e promozioni...

in ogni caso, per Alex..il treno catanzaro perugia non c'è e, probabilemente, non ci sarà mai..però le autocorse 4 volte a settimana sì! :@ Rabbia!

AlexMos ha detto...

Fra .... l'importante è che da Catanzaro si possa continuare ad arrivare a Roma ... poi l'Umbria (soprattutto Terni) è ad un tiro di schioppo :D

Admin ha detto...

Ma infatti male che vada l'exp 890/893 rimarrà...
Sicuramente bisognerà battersi con tutte le forze per il mantenimento delle antenne Joniche...ma si POTREBBE anche sorvolare sui due ICN via Roccella se venisse istituito un servizio metropolitano decente su Lamezia e Catanzaro Lido...ovviamente via tirrenica Scilla e Tommaso Campanella non vanno toccati, anzi bisognerebbe anche migliorare la traccia!!

AlexMos ha detto...

Bisognerebbe migliorare anche la traccia dell'Exp 890-893 però ...;D

Admin ha detto...

sìsì per carità...quello è il primo di una lunga serie di treni con tracce mostruose!!!

Anonimo ha detto...

Ragazzi scusate l'intrusione ma come un vecchio delle ferrovie, quando la FERROVIA funzionava, devo dire una sola cosa.
Non basta a discutere fra noialtri per l'eliminazione della nostra CALABRIA che anno attuato i signori che si fanno chiamare ministri, ma la nostra calabria c'è la dobbiamo difendere noi, dobbiamo trovare noi il modo, ma non a fare un po di casino per un giorno e poi abbandonare tutto.

Admin ha detto...

Ma infatti stavolta mi sa che il casino non durerà un solo giorno, se i treni non torneranno!! ;)

Certo che comunque l'Italia è caduta davvero in basso...tra un pò per ottenere un servizio pubblico che fino a qualche anno fa era quasi sacro, ci sarà bisogno della rivolta...mah...poveri noi :(

Angelo Auddino ha detto...

Buongiorno a tutti/e siamo lo staff del consigliere regionale del Piemonte Angelo Auddino. Nativo di Polistena, Reggio Calabria, da sempre sensibile ai disagi delle persone che devono viaggiare con i treni per arrivare in Calabria, il consigliere Auddino ha promosso una petizione reale e virtuale da presentare a Governo e Trenitalia contro la vergognosa decisione di sopprimere numerosi treni per il sud e in particolare per la Calabria - vedi le tratte 761 (Torino Reggio) e 768(Reggio Torino). Vi siamo vicini e speriamo che la raccolta firme possa crescere. Per questo vi chiediamo di lasciare la vostra firme e di far arrivare a tutte le persone che conoscete e che abitano a Torino il link della nostra petizione. http://firmiamo.it/rivogliamoiltrenoperilsud. Il consigliere Auddino avrebbe il piacere di potervi contattare per conoscervi e sapere con più precisione l'evolversi della situazione in Calabria. Grazie per l'attenzione lo staff del consigliere regionale Angelo Auddino
http://unitiperauddino.wordpress.com
www.auddino.it
unitiperauddino@yahoo.it

Admin ha detto...

Firmiamo tutti in massa, e diffondiamo immediatamente il link alla petizione!
Sarà un onore per noi parlare con il consigliere Auddino!!
I nostri contatti sono:
exp826@hotmail.it
shayparkman@gmail.com
0967 23523 (Roberto Galati)

Admin ha detto...

In questi giorni comunque lo contatteremo via email per aggiornarlo sull'evolversi della situazione!!!

 
Il primo blog dedicato al trasporto ferroviario in Calabria...by Roberto Galati...email - msn: exp826@hotmail.it