I contenuti di Ferrovie in Calabria sono a disposizione di tutti, ma a condizione che, se sfruttati, siano accompagnati dall'indicazione della fonte (blog o autore dei testi/fotografie). Tutto il materiale ivi pubblicato è protetto da Copyright, perciò per evitare situazioni incresciose vi preghiamo di seguire questa piccola regola. Buon Viaggio!

• 14/10/14 • La mancanza di energia per l'alimentazione elettrica, sulla linea Paola - Cosenza, causa l'arresto improvviso di un treno nella galleria Santomarco: si è trattato della simulazione di criticità, tenutasi stanotte all'interno della lunga galleria posta sulla ferrovia Paola - Cosenza. Qui la news di ANSA Calabria • 13/10/14 • Trenitalia: a partire dal 15 ottobre verrà ripristinato il treno Regionale 22664 Reggio Calabria Centrale (11.30) - Rosarno (12.50), mentre verrà soppresso, solo nella giornata del 15 ottobre, il Regionale 22653/22654 Melito PS (6.45) - Rosarno (8.45). Qui il comunicato di Fsnewss • 04/10/14 • Si è tenuto nella giornata del 2 ottobre, l'open day alla stazione RFI di Fuscaldo, i cui ambienti non più utili ai fini dell'esercizio ferroviario, sono stati assegnati alla locale cooperativa agricola "Il Segno": prosegue quindi anche in Calabria, il programma di Rete Ferroviaria Italiana che prevede il recupero e l'affidamento a fini sociali delle stazioni parzialmente o totalmente dismesse. Qui la news • 29/09/14 • Si terra alla stazione RFI di Bova Marina, giorno 9 ottobre, un nuovo sit-in di protesta contro il declassamento della ferrovia Jonica. Clicca qui per aderire all'evento su facebook • 22/09/14 • Taglio delle stazioni sulla ferrovia Jonica: l'assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele, scrive ad RFI per chiedere rassicurazioni sul progetto di ridimensionamento, in vista di una riorganizzazione dell'orario regionale lungo la linea Jonica. Qui il comunicato • 13/09/14 • Pubblicati sulla nostra pagina gli orari dei servizi ferroviari Ferrovie della Calabria previsti a partire dal prossimo 15.09.2014. Vedi qui • 12/09/14 • Il fabbricato viaggiatori della ormai dismessa fermata di Curinga (posta sulla linea Tirrenica tra Lamezia Terme ed Eccellente), è stato ufficialmente attribuito da RFI, ad uso gratuito del Comune. Qui la delibera del consiglio comunale • 09/09/14 • Domani, 10.09.2014, il candidato per le Regionali con il Centrosinistra Oliverio si recherà nella stazione delle Ferrovie della Calabria di Soveria Mannelli, dalla quale partirà alla volta di Catanzaro a bordo del treno 17 delle 10.25. Arrivato a Catanzaro incontrerà a via Milano i lavoratori e sindacalisti delle FC e dell'AMC di Catanzaro. Leggi qui

04 ott 2012

Revival anni '80 a Brancaleone!

Brancaleone, 27 settembre 2012, ore 7:40: insolitamente una doppia di ALn668, composta dalle unità 1048 e 1056 è in sosta sul binario 2. Non si tratta del Regionale 3737 Catanzaro Lido - Reggio Calabria Centrale che transita dalla stazione Jonica alle 7:49, bensì del 12709 Roccella Jonica - Villa San Giovanni, che da orario effettua fermata a Brancaleone alle 6:49. A causa di un guasto ad una delle due ALn668, e quindi dell'impossibilità di proseguire a velocità adeguate fino a Reggio Calabria Centrale, il Capo Treno del 12709 invia la richiesta di soccorso, e di recupero delle due automotrici con locomotore da inviare sul posto. Insolitamente, però, forse a causa di indisponibilità di D445 a Reggio Calabria o per praticità e risparmio di invii a vuoto, viene stabilito che il 12709 verrà soccorso dall'automotrice del 3737, che sarebbe arrivata dopo meno di 10 minuti da Catanzaro Lido. Alle 7:49 giunge in perfetto orario l'ALn668 1073, come sempre affollata (o meglio, sovraffollata...) di pendolari, effettua pochi secondi di sosta sul binario 1, ed in regime di manovra avanza verso la radice degli scambi lato Reggio Calabria. Nel frattempo sul binario 2, il manovratore prontamente inviato assieme ad un Dirigente di Movimento, ha già applicato la maglia del tenditore al gancio dell'ALn668 1048, automotrice di testa del 12709.
L'ALn668 1073 del Regionale 3737 Catanzaro Lido - Reggio Calabria Centrale, affianca la doppia di automotrici del 12709 in panne, con in testa l'unità 1048.

















L'ALn668 1073 intanto, arrivata alla radice sud degli scambi, attende che venga disposto l'itinerario verso il binario 2, e dopo qualche minuto inizia a retrocedere verso l'ormai ex 12709, che da quel momento veniva soppresso da Brancaleone a Villa San Giovanni, diventando così "parte integrante" del 3737.

L'ALn668 1073 si avvicina in retrocessione...





















...quasi accostata alla 1048.















Durante l'aggancio un nugolo di viaggiatori curiosi, scesi dall'ex 12709 e dal 3737, si affolla ad osservare il manovratore, nell'esercizio delle sue funzioni, insolitamente in una stazione dove ormai queste scene appartengono al passato...

ALn668 1073 e 1048.















Manovra in corso!




















Eseguito l'aggancio e la prova freno in poco meno di 10 minuti (e c'è chi dice che le manovre sono dei lunghi ed inutili perditempo...), all'insolita tripla di ALn668 viene aperto il segnale: poco prima della partenza, alcuni viaggiatori del 3737 si trasferiscono dalla loro sovraffollata automotrice, alle due dell'ex 12709, dove i posti disponibili sono maggiori. Una piccola soddisfazione, almeno per un giorno, per i tanti pendolari che quotidianamente viaggiano in condizioni spesso disumane (e non è un'esagerazione...), lungo la linea Jonica, ed in particolare nel tratto compreso tra Roccella Jonica e Reggio Calabria Centrale. Unico disagio, ovviamente, per i tanti pendolari del 12709, che a Reggio arriveranno con quasi un'ora di ritardo...
Alle 8:05 il "nuovo" 3737 potenziato lascia la stazione di Brancaleone: in questo caso si è fatto uso del doppio macchinista, in quanto non si tratta di una vera e propria doppia di ALn668 (non possiamo parlare di vera tripla, in quanto l'ALn668 1056, in quanto guasta, viaggiava come rimorchiata), poichè l'ALn668 1073 del 3737 e la 1048 dell'ex 12709, pur essendo agganciate, non sono collegate in comando multiplo. Perciò, il macchinista sulla 1048, dato lo spunto al convoglio, comunica con un fischio breve l'avvenuta messa in trazione della seconda macchina al macchinista della 1073, che a sua volta inserisce la marcia, facendo così muovere il treno. Ad ogni fermata e ripartenza, il procedimento si ripete.
Alle 9:05, con circa 10 minuti di ritardo, il 3737 assieme al materiale del 12709, fa il suo ingresso a Reggio Calabria Centrale, dove il personale ferroviario ed alcuni viaggiatori, osservano con curiosità la rara tripla di automotrici...
Il Regionale 3737 + 12709 ricevuto addirittura sul primo binario, a Reggio Calabria Centrale!
















Ma la curiosità dell'evento non si limita all'effettuazione della manovra in una stazione impresenziata da anni: neanche a farlo apposta, infatti, a Brancaleone, fino alla fine degli anni '90 non era raro osservare manovre ordinarie con le automotrici ALn668 e 772 negli anni '70 ed '80. Essendo termine ed origine corsa di vari treni da Reggio Calabria Centrale, Catanzaro Lido ed addirittura da Lamezia Terme Centrale, molto spesso era necessario scartare/aggiungere automotrici dalle composizioni in arrivo e partenza, che proseguivano in invio materiale verso Reggio Calabria Centrale o Roccella Jonica, o inserite in composizione a treni passanti da Brancaleone. Nel 1989, per esempio, durante l'orario estivo, a Brancaleone avevano origine e termine corsa i seguenti treni:

- Locale 8421 Brancaleone (4:48) - Reggio Calabria Centrale (6:05) * solo lavorativi *;
- Diretto 3789 Lamezia Terme Centrale (21:37) - Brancaleone (00:17);
- Diretto 3792 Brancaleone (4:44) - Catanzaro Lido (7:12);
- Locale 12712 Reggio Calabria Centrale (13:25) - Brancaleone (14:53) * solo lavorativi *;

Durante l'orario estivo 1993, invece, la situazione era la seguente:

- Regionale 8451 Brancaleone (4:46) - Reggio Calabria Centrale (5:55);
- Regionale 3777 Lamezia Terme Centrale (22:15) - Brancaleone (00:24);
- Regionale 12736 Brancaleone (4:32) - Catanzaro Lido (7:08) * solo lavorativi *;
- Diretto 3760 Brancaleone (11:46) - Catanzaro Lido (13:51) * solo lavorativi *;
- Diretto 1691 Brancaleone (18:35) - Reggio Calabria Centrale (19:50) * solo festivi *;
- Diretto 1696 Reggio Calabria Centrale (8:14) - Brancaleone (9:23) * solo festivi *;

Mentre nell'orario 1997, con l'avvento dei treni Metropolitani..

 - Metropolitano 8521 Brancaleone (4:40) - Villa San Giovanni (6:15) *solo lavorativi*
 - Metropolitano 8527 Brancaleone (7:56) - Reggio Calabria Centrale (9:02)
 - Metropolitano 12719 Brancaleone (15:30) - Villa San Giovanni (17:12) *solo lavorativi*
 - Metropolitano 8531 Brancaleone (18:51) - Reggio Calabria Centrale (20:04) *solo lavorativi*
 - Metropolitano 8540 Villa San Giovanni (6:05) - Brancaleone (7:54) *solo lavorativi*
 - Metropolitano 12718 Reggio Calabria Centrale (13:36) - Brancaleone (15:03) *solo lavorativi*
 - Metropolitano 8558 Villa San Giovanni (17:00) - Brancaleone (18:43) *solo lavorativi*
 - Metropolitano 8562 Reggio Calabria Centrale (21:00) - Brancaleone (22:08)

Da notare come in tutti e tre i casi, durante la notte almeno una automotrice sostasse in stazione, dopo l'arrivo del treno da Lamezia Terme Centrale alle 00:17 o 00:24 in base agli anni, ripartendo, probabilmente, con il primo treno delle 4:44 o 4:32 per Catanzaro Lido, o nei giorni festivi alle 4:46 per Reggio Calabria Centrale, non essendoci nel 1993 il treno per Catanzaro Lido nei festivi. E' evidente che nei giorni lavorativi il treno della sera da Lamezia Terme Centrale, arrivasse almeno in doppia di ALn668, che veniva così scissa per effettuare con le due sezioni i due treni per Reggio Calabria Centrale (4:46 o 4:48) e per Catanzaro Lido (4:32 o 4:44)! Nel 1997 invece "dormiva" in stazione l'automotrice del MET 8562 in arrivo a Brancaleone alle 22:08, che il mattino dopo ripartiva alle 4:40 diretta a Villa San Giovanni col treno 8521.

Gli ultimi treni con termine corsa risalgono al 2004, con origine e destinazione Reggio Calabria Centrale e Villa San Giovanni...all'epoca venne assicurato che il raddoppio ed elettrificazione, e quindi il servizio metropolitano, non sarebbe arrivato fino a Melito di Porto Salvo, bensì fino a Brancaleone negli anni successivi...sappiamo bene com'è andata a finire.

Tanti piccoli ricordi (ed insolite coincidenze...), per non dimenticare mai gli anni d'oro della nostra ferrovia Jonica...

2 commenti:

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
 
Il primo blog dedicato al trasporto ferroviario in Calabria...by Roberto Galati...email - msn: exp826@hotmail.it