I contenuti di Ferrovie in Calabria sono a disposizione di tutti, ma a condizione che, se sfruttati, siano accompagnati dall'indicazione della fonte (blog o autore dei testi/fotografie). Tutto il materiale ivi pubblicato è protetto da Copyright, perciò per evitare situazioni incresciose vi preghiamo di seguire questa piccola regola. Buon Viaggio!

• 14/10/14 • La mancanza di energia per l'alimentazione elettrica, sulla linea Paola - Cosenza, causa l'arresto improvviso di un treno nella galleria Santomarco: si è trattato della simulazione di criticità, tenutasi stanotte all'interno della lunga galleria posta sulla ferrovia Paola - Cosenza. Qui la news di ANSA Calabria • 13/10/14 • Trenitalia: a partire dal 15 ottobre verrà ripristinato il treno Regionale 22664 Reggio Calabria Centrale (11.30) - Rosarno (12.50), mentre verrà soppresso, solo nella giornata del 15 ottobre, il Regionale 22653/22654 Melito PS (6.45) - Rosarno (8.45). Qui il comunicato di Fsnewss • 04/10/14 • Si è tenuto nella giornata del 2 ottobre, l'open day alla stazione RFI di Fuscaldo, i cui ambienti non più utili ai fini dell'esercizio ferroviario, sono stati assegnati alla locale cooperativa agricola "Il Segno": prosegue quindi anche in Calabria, il programma di Rete Ferroviaria Italiana che prevede il recupero e l'affidamento a fini sociali delle stazioni parzialmente o totalmente dismesse. Qui la news • 29/09/14 • Si terra alla stazione RFI di Bova Marina, giorno 9 ottobre, un nuovo sit-in di protesta contro il declassamento della ferrovia Jonica. Clicca qui per aderire all'evento su facebook • 22/09/14 • Taglio delle stazioni sulla ferrovia Jonica: l'assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele, scrive ad RFI per chiedere rassicurazioni sul progetto di ridimensionamento, in vista di una riorganizzazione dell'orario regionale lungo la linea Jonica. Qui il comunicato • 13/09/14 • Pubblicati sulla nostra pagina gli orari dei servizi ferroviari Ferrovie della Calabria previsti a partire dal prossimo 15.09.2014. Vedi qui • 12/09/14 • Il fabbricato viaggiatori della ormai dismessa fermata di Curinga (posta sulla linea Tirrenica tra Lamezia Terme ed Eccellente), è stato ufficialmente attribuito da RFI, ad uso gratuito del Comune. Qui la delibera del consiglio comunale • 09/09/14 • Domani, 10.09.2014, il candidato per le Regionali con il Centrosinistra Oliverio si recherà nella stazione delle Ferrovie della Calabria di Soveria Mannelli, dalla quale partirà alla volta di Catanzaro a bordo del treno 17 delle 10.25. Arrivato a Catanzaro incontrerà a via Milano i lavoratori e sindacalisti delle FC e dell'AMC di Catanzaro. Leggi qui

08 lug 2012

Trasporto Regionale: arriva il "Treno d'a...mare"!

E' stata attivata ieri mattina alla stazione di Reggio Calabria Centrale, in presenza del presidente della Regione Giuseppe Scopelliti e dell'Assessore ai Trasporti Luigi Fedele, la nuova interessante offerta ferroviaria estiva, denominata "Treno d'a...mare". L'iniziativa, studiata dalla Regione Calabria con la collaborazione commerciale di Trenitalia, prevede la possibilità di effettuare viaggi gratis con i treni Regionali per i ragazzi minori di 18 anni, in modo da poter raggiungere comodamente i maggiori centri balneari jonici e tirrenici, decongestionando così il traffico stradale e soprattutto riducendo i rischi che comportano gli spostamenti in auto. Le tratte interessate sono la Melito di Porto Salvo - Reggio Calabria Centrale, Reggio Calabria Centrale - Rosarno, Cosenza - Paola e Sibari - Crotone, l'unica sulla Jonica. Su ogni tratta saranno disponibili ogni giorno 280 posti gratuiti sui treni Regionali già circolanti (non si tratterà quindi di treni supplementari), fino al 31 agosto: la Regione Calabria ha stanziato 150 mila Euro per questa interessante iniziativa dedicata ai giovani. Per accedere al servizio bisognerà munirsi della "Card treni d'a...mare", che viene distribuita da Trenitalia in appositi stand allestiti nelle stazioni di Reggio Calabria Centrale, Melito di Porto Salvo, Rosarno, Sibari, Crotone, Paola e Cosenza.
Inoltre, come visibile nella fotografia in basso, tratta dal sito www.strill.it , sono stati applicati i loghi "Un treno d'a...mare" sui alcuni complessi Minuetto ed ALn668.



Sicuramente un'iniziativa lodevole, anche se decisamente migliorabile: è innegabile però che dopo anni di totale disinteresse, la Regione Calabria sembra stia cercando di ritornare ad investire sul trasporto ferroviario, per quanto persistano gravi difficoltà economiche. Infatti, come leggerete qualche riga più in basso, qualcosa sembra stia iniziando a muoversi anche per quanto riguarda la lunga percorrenza.
A proposito del "Treno d'a...mare", peccato per la "limitazione" di età a soli 18 anni, visto che in questo modo l'offerta non viene resa fruibile da quella vasta componente giovanile di età compresa tra i 19 ed i 25 anni, che molto probabilmente è quella che si sposta di più tra i vari centri per scopi balneari, a differenza degli "under 18". Inoltre ci chiediamo come mai non siano state prese in considerazione le fondamentali tratte Rosarno - Lamezia Terme Centrale via Tropea (attualmente si tratta di una delle zone simbolo delle estati calabresi!), e la Reggio Calabria Centrale - Roccella Jonica, dove vengono serviti tutti i centri dai treni Regionali. Non sarebbe da sottovalutare neanche la Roccella - Catanzaro Lido, anche se purtroppo in questo caso il 90% dei treni Regionali (quasi tutti Reggio Calabria Centrale - Catanzaro Lido e vv), effettuano fermata solo a Monasterace - Stilo e Soverato, saltando le località minori: dopo anni ancora non si è riusciti ad istituire su questo tratto un servizio simile a quello della Roccella - Reggio Calabria, alternando i treni Regionali "veloci" Catanzaro Lido - Reggio Calabria e ritorno ogni due ore, a corse limitate a Roccella con fermata in tutte le stazioni, creando così un cadenzamento orario. Come se non bastasse, ogni anno da giugno a settembre (in pieno periodo turistico), tra Reggio Calabria Centrale e Catanzaro Lido vengono soppressi ben due treni la mattina (partenza alle 10:05 e 12:05), creando così un buco di addirittura 6 ore, che sono quattro in senso opposto (soppresso il Regionale 3741 con partenza da Catanzaro Lido alle 8:05, confermati quelli delle 6:05 e 10:05). Ma se tra Reggio e Roccella queste mancanze vengono parzialmente compensate dalla presenza di treni Rosarno - Melito di Porto Salvo e Reggio Calabria Centrale - Roccella, tra Roccella e Catanzaro Lido diventa praticamente impossibile spostarsi in treno...con buona pace per i turisti.
E' inoltre ancora totalmente irrisolta la problematica dei sovraffollamenti su alcuni treni Regionali: ecco in quali condizioni viaggiava per esempio ieri il Regionale 3670 Reggio Calabria Centrale - Paola, effettuato addirittura con due sole UIC-X ex prime classi, per un totale di 120 posti a sedere...


Questione Lunga Percorrenza: a seguito dell'incontro tenutosi a Roma lo scorso 5 luglio con il Ministro della Coesione Territoriale Fabrizio Barca, al quale hanno partecipato gli assessori ai trasporti di Abruzzo, Campania, Puglia, Basilicata e Molise (inspiegabile, come al solito, l'assurda assenza della Calabria...saranno stati impegnati con i "treni d'a...mare"?), sembra sia stato redatto un piano per la rimodulazione dei servizi ferroviari a lunga percorrenza interessanti queste Regioni, che negli ultimi anni hanno subito enormi tagli. In particolare, per quanto riguarda la Calabria, sembra sia in programma l'istituzione di un collegamento InterCity tra Villa San Giovanni e Taranto via Jonica (sarà la volta buona?), in coincidenza nella città Jonica con un InterCity Notte per Milano Centrale che avrebbe appunto Taranto come termine/origine corsa (attualmente i due notturni Puglia - Milano sono attestati a Lecce). Le uniche fermate sarebbero Metaponto, Policoro, Trebisacce, Sibari, Corigliano, Rossano, Cirò, Crotone, Catanzaro Lido, Soverato, Roccella Jonica, Siderno, Locri, Melito di Porto Salvo e Reggio Calabria Centrale, per una percorrenza totale di sei ore e 10 minuti: partenza da Taranto in senso dispari alle 8:50 con arrivo a Villa San Giovanni alle 15, mentre in senso opposto partirebbe dallo Stretto alle 15:05 con altro materiale, ed arrivo nella città Jonica alle 21:15. Non sono mancate proposte di instradamento via Roccella - Sibari - Paola dell'ICN 794/795 Reggio Calabria Centrale - Milano Centrale, con istituzione di fermate in Calabria tirrenica per uno dei due notturni Sicilia - Roma. Al momento riteniamo che sarebbe di primaria importanza il ripristino di un treno che per lo meno colleghi per intero tutta la ferrovia Jonica, senza gli assurdi "spezzettamenti" attuali del servizio: basti pensare che da Reggio Calabria a Taranto si è costretti a cambiare treno a Catanzaro Lido, Sibari e Metaponto, con percorrenze che spesso sfiorano le 8 ore, su automotrici ALn668, decisamente poco adatte per percorrenze del genere.
Solo buoni propositi e tante parole? Speriamo di no, ma ormai ci crederemo solo quando sulla Jonica rivedremo sfrecciare una D445 in testa a carrozze UIC-Z, e quando nelle stazioni risentiremo annunciare l'InterCity proveniente da Reggio Calabria e diretto a Taranto...come fu il famoso "Jonio" nei rimpianti anni '90!


La D445 1006 a Soverato, in testa al soppresso InterCity Notte 787 ex "Freccia del Levante", con vetture da Torino Porta Nuova e Milano Centrale e diretto a Reggio Calabria Centrale via Adriatica è stato l'ultimo collegamento a lunga percorrenza interessante tutta la linea Jonica, soppresso a dicembre 2011. All'incontro di giorno 5 luglio con il Ministro Barca, si è discusso anche del ripristino dei collegamenti notturni da Sicilia/Calabria a Bologna/Venezia e Torino. Ed a proposito di Torino, purtroppo al momento è stata rimandata la partenza dei treni di Arena Ways inizialmente prevista per giorno 10, a causa di problemi organizzativi: al momento sembra che addirittura i tre complessi Talgo si trovino ancora in Spagna...ma siamo già a metà estate!

27 commenti:

Fdc ha detto...

magari si sarebbe potuto mettere qualche treno fc rogliano cosenza in coincidenza a quelli fs cosenza paola.

Admin ha detto...

Non sarebbe stato male...anche se credo che già ora, giusto per caso e senza alcuna organizzazione, qualche Rogliano - Cosenza e vv sia in coincidenza più o meno con i Cosenza - Paola e ritorno!!

fra.laz ha detto...

Esiste una nota sul sito della Regione in cui Fedele giustifica la sua assenza. Non per difenderlo, però alla fin fine forse qualcosa sta provando a "smuoverla": dopo anni di stasi pare che qualcuno stia lavorando all'aggiornamento del sistema del TPL in Calabria finalmente. Come ad esempio i tagli agli sprechi della gomma, i Treni d'Amare o l'individuazione dei bacini di trasporto in Calabria per poter meglio riorganizzare l'assetto del TPL regionale. I tagli magari non saranno stati tutti giusti, però voglio sperare che siano un "buco" momentaneo che verrà risistemato con quella che si prevede sarà la nuova organizzazione dei trasporti calabresi..
Per quanto riguarda la sua assenza, pare fosse impegnato in cose che riguardavano proprio la sua carica di Assessore regionale ai Trasporti, e che comunque aveva delegato l'amico Assessore della Campania, oltre ad essere presente un "funzionario della delegazione di Roma ai trasporti" (che non so che sia) come rappresentante della Regione Calabria.
Qui la nota.

fra.laz ha detto...

Per le coincidenze tra FC ed FS a Cosenza comunque, come diceva Roberto, qualcosa c'è, anche se sostanzialmente per caso.. il treno delle 8.01 da Rogliano ad esempio ha una buona coincidenza a Cosenza. Più scomodo il cambio con quello delle 10.11, che ti fa stare a Cosenza mezz'ora in attesa di quello per Paola..Al ritorno invece partendo alle 12.35 da Paola, o alle 13.30, alle 16.00 o alle 17.00, per esempio (possibili orari di ritorno dal mare) si avrebbero tutte coincidenze comode e abbastanza sicure, di circa 15' a Cosenza. Certo però senza agevolazione sulle FC x_x
Oltre le 17 invece...salta quasi tutto -.-'

fra.laz ha detto...

Perdono per l'intasamento di commenti, ma mi vengono in mente a rate le cose xD

Addirittura i primi giorni di luglio erano stati pubblicati sul sito delle FC gli orari della Cosenza - Cosenza Centro - Rogliano con le corse evidenziate a seconda che avessero coincidenza o meno con treni Trenitalia a Cosenza: caricati la mattina, il pomeriggio erano già stati sostituiti con altri orari in cui le coincidenze non venivano più segnalate -.-'
Giusto per dire "I servizi utili al cliente noi li pensiamo, li creiamo... ma non ve li vogliamo offrire! Preferiamo tenerli per noi"

Admin ha detto...

Ma infatti non ho mai ben capito la storia di quegli orari FC comparsi/scomparsi con le coincidenze dei treni FS!!! Mah, robe stranissime!!
Comunque a proposito di Fedele, ancora non sono riuscito ad inquadrare bene la persona...ma sicuramente promette bene a differenza del suo "finto" predecessore!

fra.laz ha detto...

Infatti.. per questo dico di non difenderlo.. non è passato ancora abbastanza tempo per poter dare giudizi "realistici". Orsomarso era più di scena, sempre fighetto, sapeva parlavre bene... doveva fare la star altro che delegato ai trasporti :O :O Anche se, poveraccio, è incappato pure nel pienone del tormento "Crisi Ferrovie della Calabria".. Ora mi dispiace pure parlarne male, ma mi ricordo benissimo che per diverso tempo ho provato puro odio nei suoi confronti x_x

AlexMos ha detto...

Sperimentato ieri il Cosenza - Paola delle 10:10 ... un inferno. Arrivando da Sibari vedo Castiglione affollata come non mai, banchina binari 2-3 con bolgia sotto la pensilina, e tutti non ci stanno sotto, signore con sdraio al seguito.
Il treno arriva da Cosenza in ritardo ma soprattutto la ALe è già piena da Cosenza in ogni ordine di posti. Dentro la Galleria Santomarco una signora si sente anche male. E io arrivo a Paola alle 10:45 con l'ES per Roma già fermo sul binario che prendo per un soffio.

Fabrizio ha detto...

Cari amici,
secondo voi, quando potrà essere istituito il collegamento RC-TA via Jonica??

Si può cominciare a sperare un poco?

Ciao!

fra.laz ha detto...

No Ale, quello delle 10.11 intendevo delle FC da Rogliano! E quindi sarebbe quello delle 11.25 (nei lavorativi) da Cosenza... magari quello è più vuoto, visto che è già più tardi!!
Comunque, a quanto ho capito, è stato abbastanza avventuroso come viaggio.. visto che anche arrivato a Roma mi pare che tutto liscio non sia andato x_x
Attrai disgrazie ferroviarie :O :O :O

Per il Reggio - Taranto io non sono informato come il Galato, ma comunque di certo senza nessuna fretta! Secondo me non prima di dicembre! (Poi chissà che a settembre non gli giri di fare qualche sistematina..)

AlexMos ha detto...

Sono io che mi sono spiegato male.. quello delle 10:10 che ho preso io era il treno d'a...mare Cosenza - Paola, quando ho scritto che l'ho sperimentato era relativo all'oggetto del post, non alle tue coincidenze con le FC :p

Pitagora (in clandestinità) ha detto...

Il nuovo IC Villa-Taranto ha già la traccia pronta. L'ho creata in linee generali, molto indicative: partenza da Villa ore 14.45 ed arrivo a Taranto ore 21.10, partenza da Taranto ore 8.50 ed arrivo a Villa ore 15.15. E' la traccia più stretta che si possa avere dato che i tempi più stretti per fare Reggio-Taranto e viceversa sono di 6h 10m (da Villa aggiungici 15m e diventano 6h 25m totali).

Admin ha detto...

X Fabrizio: le possibilità di istituzione di nuovi treni in un orario ferroviario è in vigore è possibile sono in determinate giornate in cui possono avvenire le "VCO", Variazioni in Corso d'Orario! Le prossime sono a settembre e novembre, anche se non so precisamente quali sono i giorni...speriamo quindi in settembre, altrimenti se ne parlerà a novembre o al cambio d'orario di dicembre del tutto...sempre se le alle parole di ministri e autorità ci sarà un reale seguito!! :(

Comunque ho avvistato oggi a Soverato l'ALn668 1005 in livrea "Treno d'a...mare" con il Reg 3743 Cz Lido - Reggio!!!!!

Admin ha detto...

...scusate il delirio di parole nel quasi incomprensibile commento precedente, ma sono dal computer portatile dotato di tastiera microscopioca... XD

Peppe Amici delle Ferrovie del Mediterraneo ha detto...

Fedele ha delegato il suo amico campano...te lo raccomando quello, il buon Vetrella che la scorsa ha insultato i ragazzi Irpini del gruppo In_Loco_Motivi (tacciandoli di essere quattro stupidi idealisti), perche' continuano a sostenere la battaglia per la riapertura della Ferrovia Avellino-Rocchetta. Il sistema ferroviario regionale della Campania e' uno dei peggiori in Italia. La sua assenza e' un fatto gravissimo, non provate a difenderlo per cortesia. Il Taranto-Villa tornera' a partire da dicembre, mentre la giunta regionale Pugliese ha chiesto al dott. Gianfranco Battisti di Trenitalia di istituire in via sperimentale dal lunedi al venerdi, un Freccia Bianca Bari-Reggio Calabria via Cosenza/Paola.

fra.laz ha detto...

Freccia Bianca? Secondo me è "appizzato".. (sprecato)
Queste linee non permettono velocità particolarmente alte, né puoi fare collegamenti troppo diretti con pochissime fermate perché sennò si perderebbe l'utilità secondo me.. quindi non farebbe un servizio diverso da quello di un Intercity, ma a prezzo di un Eurostar e con maggiore scomodità peraltro..

Peppe Associazione Amici delle Ferrovie del Mediterraneo ha detto...

Io ho segnalato ai due assessori che potrebbero esserci problemi riguardo la circolabilita' di quei mezzi da Taranto a Paola; comunque l' obiettivo e' quello d' istituire un collegamento veloce, quindi poche fermate e percorrenza di 6 ore e 20 minuti circa. Loro hanno insistito e noi abbiamo buttato giu' una bozza d' orario con le fermate:

ESCITY Reggio Calabria p. 6,05 Bari C.le a. 12,25;
riparte da Bari alle 15,30 e arriva a Reggio Calabria alle 21,50 effettuando le seguenti fermate: Gioia del Colle, Taranto, Metaponto, Sibari, Spezzano Albanese, Cosenza, Lamezia, Rosarno, Gioia Tauro e Villa San Giovanni.

Peppe Amici delle Ferrovie del Mediterraneo ha detto...

Dove recuperare il materiale: a dicembre saltano due coppie di FB Puglia-Milano, una sara' trasformata in Lecce-Bolzano, l' altra la si potrebbe utilizzare per il suddetto collegamento; le velocita'? Sull' Adriatica a Sud di Pescara (fatta eccezione tra Foggia e Bari) difficilmente si superano i 130, quindi se non sussistono problemi di circolabilita' per gli E.414 la cosa e' fattibilissima.

Admin ha detto...

Ma volendo si potrebbero anche utilizzare le E402 A/B al posto delle E414, magari con una composizione più leggerina! Effettivamente Peppe, una composizione ESCI di base è di 8 carrozze (2 A, BHR e 6 B), e dubito che tra Reggio e Bari le si riescano a riempire, anche nei periodi di punta! :O

Peppe Associazione Amici delle Ferrovie del Mediterraneo ha detto...

Nulla e' stato lasciato al caso, la traccia del suddetto Freccia Bianca e' stata stilta in modo da consentire in quel di Bari la coincidenza immediata con il FB da e per Torino. A noi serve la composizione reversibile per abbattere i costi di esercizio, altrimenti con le manovre di aggancio/sgancio loco a Taranto e Cosenza, Trenitalia ci risponde picche; per ora Battisti ha risposto "ni". I treni Freccia, per generare utili hanno bisogno di un riempimento del 65%. Per me e' da sperimentare, in questo modo Cosenza tornerebbe ad avere un collegamento diretto per Bari, sperando che l' amministrazione provinciale silana continui a far pressione sui dirigenti di Trenitalia per ottenere una coppia di Freccia Argento per Roma.

fra.laz ha detto...

Galato, tu non scrivere commenti più che sono due giorni che sei stonato :O Oggi scrivesti "8 carrozze (2 prime classi + 1 Bar/disabili + 6 seconde classi)", per un totale di 9 carrozze :O
A Peppe, in effetti l'unico "pro" degli ESCI è la reversibilità. Ma un IC non ESCI reversibile, se solo si volesse, sarebbe pur sempre possibile: da qualche mesetto stanno riesumando pure le varie pilotine Z, anche per i FB, che però ripeto che per il servizio che andranno a fare saranno una "rapina" su queste tratte, rischiando di non essere competitivi..
L'adriatica sud ha velocità di 130 all'ora, e infatti credo che siano in pochi quelli realmente "entusiasti" del servizio da quando esistono gli ESCI: prima o c'erano gli IC o gli ES*, i primi economici e con un servizio capillare, i secondi un po' più costosi ma veloci. Ora pochissimi IC, alla stregua di regionali, e molti ESCI, più cari dei vecchi Eurostar e ben più lenti...
Un diretto Roma - Cosenza potrebbe essere invece già una cosa interessante, anche di categoria, visto che attualmente il FA ha molta clientela Cosentina che sale/scende a Paola. Il fatto è che la traccia "comoda" ce l'ha il FA attuale, quindi bisogna vedere se una coppia ad un altro orario porta la stessa attrattività..

Peppe Associazione Amici delle Ferrovie del Mediterraneo ha detto...

Ma il guaio e' che tutte le composizioni con le z piotine viaggiano per onore di firma e sono inutilizzate, e' stata la stessa Trenitalia a sottolineare questo aspetto. Lo so i Freccia Bianca costano, ma con le offerte si possono rimediare i biglietti di questi treni a prezzi piu' che buoni. Il Cosenza-Roma? Se la provincia insiste magari elargendo un modico contributo economico, si rilancerebbe almeno in parte lo scalo di Vaglio Lise.

Demk ha detto...

una buona iniziativa che fa sperare....soprattutto con l'estate dove i regionali da noi sembrano più carri bestiame che altro...treni di 30anni fa che circolano sulla tratta ionica a volte con l'aria condizionata davvero al minimo o peggio spenta e pieni di gente...a volte becchi anche quei treni con i sedili in pelle....con pochissimi controlli....i mi chiedo se tutti pagano il biglietto tanto non vedo mai passare il controllore...

Ellis ha detto...

Vedo dall'FL143 che le E414 non hanno la circolabilità da Paola a Sibari.
Potrebbero usare gli ETR450 però.

Fabrizio ha detto...

Grazie admin.
Ciao!!

fra.laz ha detto...

Mah.. su alcune tratte in realtà, almeno da Catanzaro Lido che i treni sono tutti con 668, ultimamente sto notando la "moda" di tenere aperta fino alla partenza del treno solo una porta di accesso al treno, sorvegliata dal capo treno che controlla a uno a uno i biglietti di tutti quelli che salgono.. poi ovviamente in viaggio non è più una cosa fattibile, però è già un qualcosa.. (Anche se ovviamente saranno l'1% quelli che lo fanno.. ma meglio di niente!)

Admin ha detto...

La "moda" della porta singola aperta però fino ad ora l'ho vista stranamente solo a Catanzaro Lido!! A Reggio ancora non mi capitò mai stranamente...mah!! :O

 
Il primo blog dedicato al trasporto ferroviario in Calabria...by Roberto Galati...email - msn: exp826@hotmail.it