I contenuti di Ferrovie in Calabria sono a disposizione di tutti, ma a condizione che, se sfruttati, siano accompagnati dall'indicazione della fonte (blog o autore dei testi/fotografie). Tutto il materiale ivi pubblicato è protetto da Copyright, perciò per evitare situazioni incresciose vi preghiamo di seguire questa piccola regola. Buon Viaggio!

• 14/10/14 • La mancanza di energia per l'alimentazione elettrica, sulla linea Paola - Cosenza, causa l'arresto improvviso di un treno nella galleria Santomarco: si è trattato della simulazione di criticità, tenutasi stanotte all'interno della lunga galleria posta sulla ferrovia Paola - Cosenza. Qui la news di ANSA Calabria • 13/10/14 • Trenitalia: a partire dal 15 ottobre verrà ripristinato il treno Regionale 22664 Reggio Calabria Centrale (11.30) - Rosarno (12.50), mentre verrà soppresso, solo nella giornata del 15 ottobre, il Regionale 22653/22654 Melito PS (6.45) - Rosarno (8.45). Qui il comunicato di Fsnewss • 04/10/14 • Si è tenuto nella giornata del 2 ottobre, l'open day alla stazione RFI di Fuscaldo, i cui ambienti non più utili ai fini dell'esercizio ferroviario, sono stati assegnati alla locale cooperativa agricola "Il Segno": prosegue quindi anche in Calabria, il programma di Rete Ferroviaria Italiana che prevede il recupero e l'affidamento a fini sociali delle stazioni parzialmente o totalmente dismesse. Qui la news • 29/09/14 • Si terra alla stazione RFI di Bova Marina, giorno 9 ottobre, un nuovo sit-in di protesta contro il declassamento della ferrovia Jonica. Clicca qui per aderire all'evento su facebook • 22/09/14 • Taglio delle stazioni sulla ferrovia Jonica: l'assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele, scrive ad RFI per chiedere rassicurazioni sul progetto di ridimensionamento, in vista di una riorganizzazione dell'orario regionale lungo la linea Jonica. Qui il comunicato • 13/09/14 • Pubblicati sulla nostra pagina gli orari dei servizi ferroviari Ferrovie della Calabria previsti a partire dal prossimo 15.09.2014. Vedi qui • 12/09/14 • Il fabbricato viaggiatori della ormai dismessa fermata di Curinga (posta sulla linea Tirrenica tra Lamezia Terme ed Eccellente), è stato ufficialmente attribuito da RFI, ad uso gratuito del Comune. Qui la delibera del consiglio comunale • 09/09/14 • Domani, 10.09.2014, il candidato per le Regionali con il Centrosinistra Oliverio si recherà nella stazione delle Ferrovie della Calabria di Soveria Mannelli, dalla quale partirà alla volta di Catanzaro a bordo del treno 17 delle 10.25. Arrivato a Catanzaro incontrerà a via Milano i lavoratori e sindacalisti delle FC e dell'AMC di Catanzaro. Leggi qui

19 lug 2012

Alcune precisazioni sul "Treno d'a...mare"...

Ne avevamo già parlato poco più di una settimana fa: si tratta dell'iniziativa organizzata dalla Regione Calabria e Trenitalia, che permette ai giovani under 18 di viaggiare gratuitamente sui treni Regionali, sulle tratte Melito di Porto Salvo - Reggio Calabria Centrale, Reggio Calabria Centrale - Rosarno, Paola - Cosenza e Sibari - Crotone. Lo scopo dell'offerta, che sarà attiva fino al 31 agosto, è quello di spingere i giovani a servirsi del treno per raggiungere le più importanti località balneari calabresi in treno (ma a tal proposito non si spiega l'assenza di questo servizio sulla Rosarno - Lamezia via Tropea e sulla Jonica Sud...), evitando di percorrere le già intasate e soprattutto pericolose strade calabresi in auto, o più in particolare con i motorini, visto il bacino di utenza minorenne. Per integrare quanto scritto nel precedente post, pubblichiamo di seguito la lista dei treni che effettuano il "servizio mare", ed un estratto del comunicato stampa pubblicato da Trenitalia, con la normativa ed i parametri di accesso al servizio.



Modalità distribuzione card:

LOCALITA' DI DISTRIBUZIONE: Reggio Calabria Centrale, Melito di Porto Salvo, Rosarno, Paola, Cosenza, Sibari, Crotone.

QUANTITA': n. 70 card giornaliere nominative, per ogni singola tratta. Saranno preventivamente individuati sulla singola carta un treno di andata ed uno di ritorno. Le card saranno distribuite ai richiedenti muniti di idoneo documento di identità, in ordine di presentazione e sino ad esaurimento di disponibilità. Qualora le card dovessero in parte risultare non emesse perché non richieste, verranno distribuite anche nel mese di settembre o sino ad esaurimento, escludendo dall'offerta di gratuità la giornata di domenica. L'eventuale estensione del periodo di validità della card al mese di settembre verrà comunicata entro il 31 agosto 2012.

DATI DELLA CARD: data del viaggio, nome, cognome, numero documento di identità, treni del viaggio.

Purtroppo come si può notare, per quanto possa essere lodevole, l'organizzazione del servizio non è certamente eccellente: i treni soggetti all'offerta, due coppie per ogni tratta, consentono per i loro orari di viaggiare solo in un "verso" (da Crotone verso Sibari, da Reggio verso Melito e Rosarno e - in questo caso "giustamente" - da Cosenza verso Paola all'andata, viceversa per il ritorno) e i banchi di distribuzione delle card sono stati allestiti soltanto nelle stazioni terminali di tale offerta, escludendo completamente quelle intermedie! Per fare qualche esempio, un eventuale ragazzo con l'intenzione di usufruire del Treno d'a...mare da Scilla a Gioia Tauro, da Cariati a Sibari o da Motta San Giovanni-Lazzaro a Melito, sarebbe costretto ad andare a procurarsi (in auto o in treno, pagando ovviamente regolare biglietto!) la card alle stazioni rispettivamente di Rosarno, Crotone e Melito di Porto Salvo o Reggio Calabria Centrale! Certamente ci rendiamo conto che sarebbe stato decisamente complicato allestire un desk per ogni stazione intermedia (facendo così lievitare di non poco i costi, e soprattutto mobilitando un gran numero di personale addetto, ormai di difficile reperibilità), ma per lo meno si poteva optare per l'istituzione di un punto di distribuzione nelle stazioni intermedie principali delle varie tratte: per esempio tra Melito e Reggio Calabria si sarebbe potuto istituire a Motta San Giovanni o Saline di Reggio, tra Reggio e Rosarno al minimo Villa San Giovanni e Bagnara, e tra Sibari e Crotone Rossano o Corigliano e Cirò o Cariati. Nulla da obiettare ovviamente sul tratto tra Paola e Cosenza, con Castiglione Cosentino (stazione prettamente universitaria e comunque a pochissima distanza da Cosenza Vaglio Lise) come unica fermata intermedia, ma che molto probabilmente nel pieno del periodo estivo difficilmente produce un alto traffico di "bagnanti pendolari".
Si fa notare inoltre che su ciascuna tratta i posti disponibili complessivi soggetti all'offerta sono 280, ovvero 140 per i due treni di andata e 140 per i due del ritorno. Tuttavia in ciascun punto di distribuzione sono disponibili per ciascuna tratta solo 70 card giornaliere che, essendo valide ognuna per un viaggio di andata e uno di ritorno, valgono complessivamente 140 posti su 280 totali: di conseguenza potrebbero risultare "indisponibili" i posti gratuiti per un giorno su una tratta andando, per esempio, alla stazione di Crotone, ma disponibili recandosi in stazione a Sibari per la stessa tratta, stesso treno, stesso giorno, dove si distribuiscono le altre 70 card giornaliere...(!)
Ovviamente si spera che le card si possano ritirare anche in giorni precedenti a quelli dell'utilizzo, dal momento che non si leggono sul regolamento limitazioni a riguardo, anche perché altrimenti si avrebbe un'inevitabile perdita di metà dei posti giornalieri utilizzabili: se fosse così infatti, vista l'impossibilità di usufruire dell'offerta per viaggi in direzione inversa a quella stabilita, nessuna card potrebbe essere consegnata a Melito, Rosarno, Paola o Sibari in quanto si sarebbe impossibilitati a partire da queste località usufruendo dell'offerta. Per esclusione, quindi, ritirando la card in una di queste località questa, per essere effettivamente utilizzabile sia all'andata che al ritorno, dovrà essere valida in giorni successivi..


Stazione di Crotone: lo spartano cartello indicatore del punto di distribuzione card...reso ancora più "precario" dalla superficiale sistemazione con nastro adesivo per pacchi e poco eleganti scritte a penna: siamo in Calabria...

Non è da sottovalutare neanche il problema del sovraffollamento, specie sulla Jonica tra Sibari e Crotone...purtroppo l'aumento di viaggiatori non è stato compensato da un aumento dei posti a sedere disponibili, in quanto sulla Jonica Nord tutti i treni, del mare e non, vengono effettuati con ALn668 singole: un'assurdità se si considera che, in pratica, si offrono con questa novità commerciale mediamente 70 posti gratuiti a treno, su treni che di posti ne hanno 68! (Peraltro già affollati "di base" da ragazzi in quanto coincidenti con quelli in servizio per l'Acquapark a Toscano!).
Situazione parzialmente migliore sulla Tirrenica e tra Paola e Cosenza, grazie alla possibilità di utilizzo di più capienti Minuetti, ALe582 e composizioni a materiale ordinario con E464 e E656.
A proposito di rotabili: al momento le ALn668 con logo "Un treno d'a...mare" sono le unità 1015, 1045 e 1052, come vediamo nelle due fotografie in basso...di cui una davvero artistica del nostro amico Nicola Santucci!


ALn668 1045 a Cutro, con un Regionale Sibari - Catanzaro Lido.

ALn668 1052 in sosta a Roccella Jonica, con il famoso castello sullo sfondo.

7 commenti:

Shay Parkman ha detto...

Posso dissentire sulla frequentazione estiva dei treni tra Paola e Cosenza? E' una cosa che anche il nostro Alessandro Moscetti può testimoniare, oltre ad averne ricevuto conferma da gente che studia a Cosenza...il treno è il primo vettore scelto dai cosentini e dagli studenti di Quattromiglia (ergo quelli che partono/arrivano a Castiglione) per andare alle spiagge di Paola e della costa Tirrenica in generale, basti considerare che il treno ci impiega 20 minuti ad arrivare a Paola, metà del tempo rispetto alla macchina, e non a caso i treni viaggiano spesso in sovraffollamento. Poi si, è un pò una cretinata non aver dato più capillarità alla distribuzione delle card e soprattutto non aver esteso la promozione a linee come la via Tropea e la Jonica sud (già Soverato da sola credo avrebbe movimentato un botto), e credo che sulla Sibari-Crotone sia frutto di qualche accordo con l'Acquapark di Rossano, e non per caso i treni di cui si può usufruire sono quelli con fermata a Toscano..

AlexMos ha detto...

Il Sibari - Cosenza di domenica 8 luglio delle 10:20,composto da tripla carrozza di ALe 803 è partito già pieno a Cosenza. E a Castiglione, per quanto vicina a Vaglio Lise, sono salite una cinquantina di persone, con l'effetto di riempire i corridoi delle carrozze e i vestiboli. Vero che Castiglione è vicina a Vaglio Lise, ma serve l'area urbana di Rende (comune di quasi 40 mila abitanti di cui solo una minima parte oramai abita nel paese storico in collina, il resto è laggiù nel prolungamento di Cosenza). Quindi Castiglione serve si i pendolari universitari, ma d'estate è una stazione in piena città per i treni del mare. E infatti per l'affollamento del treno ho rischiato di perdere l'ES per Roma a Paola, già fermo sul binario in attesa, che stava per essere licenziato dalla capotreno.

fra.laz ha detto...

22.20 circa: il post è stato un po' "aggiornato" con altre piccole considerazioni u_u

@ Shay: Sì.. però dal 20 luglio in poi gli studenti fuggono dall'Unical e se ne tornano a casa.. quindi per questo secondo me il Galato diceva che non succede niente se a Castiglione il "desk" non ci sta..
Certo, a Crotone il desk non ci stava nemmeno, perché ci si rivolgeva alla biglietteria, e quindi potevano mettere la distribuzione anche in biglietteria a Castiglione, che è aperta, così come potevano farlo a Villa e a Cariati, che hanno anche loro la biglietteria in stazione funzionante..

In più aggiungo che, a questo punto, è una fesseria pure il fatto che si limitino le card giornaliere distribuibili a 70, perché se si possono Distribuire anche per giorni successivi sicuramente ci dovrà essere un sistema "informatico" di gestione delle card distribuite, e di conseguenza si poteva mettere la limitazione a 140 card giornaliere a tratta, indipendentemente dal "desk" in cui vai a farla.. in questo modo, comunque, si evita il rischio di andare a Crotone e non trovare posti per un treno un determinato giorno, e di andare a Sibari e trovarne per lo stesso treno dello stesso giorno..
Non so se mi sono spiegato..
Poi può essere sempre che facciano tutto, con terribile fatica, a mano.. o che le card non siano realmente distribuibili per giorni successivi.. e quindi si cadrebbe nella perdita di metà dei posti x_x

AlexMos ha detto...

Gli studenti a metà fine luglio hanno gli esami, quindi non hanno tempo e testa per fuggire al mare (e infatti a Castiglione c'erano anche molte donne di mezza età con sdraia pieghevole al seguito). Gli utenti del treno del mare sono i cosentini (intesi in senso allargato) che non sanno rinunciare ad andare al mare, e in questo, Castiglione, ha il suo notevole bacino, che si spartisce con Cosenza. In tal senso Castiglione muove più di tante altre stazioni poste in località di mare, che proprio per le abitudine sedentarie degli autoctoni, difficilmente prende il treno per andare in un'altra località di mare quando ce l'ha li ai suoi piedi (per non tacere che molti cittadini, almeno a Corigliano, hanno la seconda casa a Schiavonea). Un eccezione può essere Rossano per via dell'acquapark, più che per il Lido Sant'angelo. D'accordo sulle altre obiezioni. Ma il servizio più efficace è quello dalle grandi città interne al mare, infatti sono convinto che, se esistessero treni del mare da Cosenza - Rende allo Jonio sibarita, che anziché fermarsi nel nulla di Sibari andassero verso Corigliano - Rossano, avrebbero la loro utenza, perché è il cosentino rendano che esce dalla città per andare al mare. Ma servizio ferroviario alla mano, può accedere agevolmente solo al tirreno.

Anonimo ha detto...

CIAO ADMIN, SONO PASQUALE, MAGARI QUALCUNO MI FRAINTENDE, MA NON IMPORTA, SONO ABITUATO A TUTTO, A TUTTI QUESTI ANNI DI ONORATO LAVORO: MI PIACEREBBE SCAMBIARE QUALCHE PAROLA CON TE , ROBERTO, LAZZARO ECC. COME POSSIAMO FARE?
UN SALUTO Pasquale

Admin ha detto...

Ciao Pasquale, di dove sei tu?? Noi siamo in zone catanzaresi/crotonesi e sul Tirreno, tra Soverato, Catanzaro, Torre Melissa e Bagnara! Eventualmente qualche volta ci si può vedere!!

Anonimo ha detto...

ciao ADMIN, sono pasquale, io adesso sono nella zona crotone, se ti trovi a passare di queste parti mi fa molto piacere incontrarci.
saluti pasquale

 
Il primo blog dedicato al trasporto ferroviario in Calabria...by Roberto Galati...email - msn: exp826@hotmail.it