I contenuti di Ferrovie in Calabria sono a disposizione di tutti, ma a condizione che, se sfruttati, siano accompagnati dall'indicazione della fonte (blog o autore dei testi/fotografie). Tutto il materiale ivi pubblicato è protetto da Copyright, perciò per evitare situazioni incresciose vi preghiamo di seguire questa piccola regola. Buon Viaggio!

• 14/10/14 • La mancanza di energia per l'alimentazione elettrica, sulla linea Paola - Cosenza, causa l'arresto improvviso di un treno nella galleria Santomarco: si è trattato della simulazione di criticità, tenutasi stanotte all'interno della lunga galleria posta sulla ferrovia Paola - Cosenza. Qui la news di ANSA Calabria • 13/10/14 • Trenitalia: a partire dal 15 ottobre verrà ripristinato il treno Regionale 22664 Reggio Calabria Centrale (11.30) - Rosarno (12.50), mentre verrà soppresso, solo nella giornata del 15 ottobre, il Regionale 22653/22654 Melito PS (6.45) - Rosarno (8.45). Qui il comunicato di Fsnewss • 04/10/14 • Si è tenuto nella giornata del 2 ottobre, l'open day alla stazione RFI di Fuscaldo, i cui ambienti non più utili ai fini dell'esercizio ferroviario, sono stati assegnati alla locale cooperativa agricola "Il Segno": prosegue quindi anche in Calabria, il programma di Rete Ferroviaria Italiana che prevede il recupero e l'affidamento a fini sociali delle stazioni parzialmente o totalmente dismesse. Qui la news • 29/09/14 • Si terra alla stazione RFI di Bova Marina, giorno 9 ottobre, un nuovo sit-in di protesta contro il declassamento della ferrovia Jonica. Clicca qui per aderire all'evento su facebook • 22/09/14 • Taglio delle stazioni sulla ferrovia Jonica: l'assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele, scrive ad RFI per chiedere rassicurazioni sul progetto di ridimensionamento, in vista di una riorganizzazione dell'orario regionale lungo la linea Jonica. Qui il comunicato • 13/09/14 • Pubblicati sulla nostra pagina gli orari dei servizi ferroviari Ferrovie della Calabria previsti a partire dal prossimo 15.09.2014. Vedi qui • 12/09/14 • Il fabbricato viaggiatori della ormai dismessa fermata di Curinga (posta sulla linea Tirrenica tra Lamezia Terme ed Eccellente), è stato ufficialmente attribuito da RFI, ad uso gratuito del Comune. Qui la delibera del consiglio comunale • 09/09/14 • Domani, 10.09.2014, il candidato per le Regionali con il Centrosinistra Oliverio si recherà nella stazione delle Ferrovie della Calabria di Soveria Mannelli, dalla quale partirà alla volta di Catanzaro a bordo del treno 17 delle 10.25. Arrivato a Catanzaro incontrerà a via Milano i lavoratori e sindacalisti delle FC e dell'AMC di Catanzaro. Leggi qui

11 dic 2011

Ultimo saluto.

Espresso 19951, Espresso 19955, Espresso 19957, IC 19577: ecco com'erano numerati oggi gli ultimi Exp 1931 "Freccia della Laguna" Venezia Santa Lucia - Palermo/Siracusa, Exp 1943 "Treno del Sole" Torino Porta Nuova - Palermo/Siracusa, Exp 1927 "Trinacria" Milano Centrale - Palermo/Siracusa ed ICN 787 ex "Freccia del Levante" con un pezzo di "Freccia Adriatica" Torino PN/Milano Centrale - Bari Centrale - Reggio Calabria Centrale: nel momento in cui scriviamo l'unico di questi treni che ancora non è arrivato alla sua destinazione finale e definitiva è l'IC 19577, ex ICN 787, rilevato a Brancaleone. Un'ultima ora di viaggio, gli ultimi 60 km, dopo aver unito l'Italia per più di 70 anni assieme ai corrispondenti treni da e per la Sicilia. E' la fine di un'era, la conferma della fine di un lungo periodo di prosperità economica e sociale di un'Italia che molto probabilmente non c'è più, visto che di fatto da oggi lo stivale viene spezzato in due: certo, su strada si potrà continuare ad andare da Reggio Calabria a Milano senza frontiere (più o meno), un pò più difficile farlo anche in aereo ormai, visti i tagli anche in questo settore di trasporto...ma nulla può dare una sensazione di isolamento ed abbandono, più del taglio netto di un servizio delle Ferrovie dello Stato, che quasi per beffa da qualche mese hanno cambiato nome in "Ferrovie dello Stato Italiane".
Non crediamo ci sia bisogno di ulteriori commenti: di seguito pubblichiamo alcune fotografie degli ultimi ICN 782/787 parati a lutto: grazie a Vincenzo, Sergio, Giandomenico e Mario per la collaborazione per l'affissione dei volantini, e grazie alle tante persone comuni che appoggiano la nostra protesta, che alla fine è la protesta di un intero popolo. Nessun ringraziamento alle amministrazioni comunali (in questo caso c'è qualche eccezione, per fortuna), provinciali, regionali e nazionali, con a capo politici che non rappresentano più nessuno, se non se stessi, banche assetate di denaro e mafie.







Aggiornamento ore 18:04: l'ultimo ICN 787 è arrivato a Reggio Calabria Centrale

12 commenti:

Giovanni ha detto...

http://www3.lastampa.it/cronache/sezioni/articolo/lstp/433920/

Che amarezza...

fra.laz ha detto...

Che tristezza, viene proprio da piangere :'(

fra.laz ha detto...

Guardando il video delle nuove composizioni non posso fare altro che dire che il nuovo orario porta anche nuove truffe..Visto che su tutti i Treni Notte sono in vendita solo cuccette comfort mentre invece metà dei treni nel video è stata effettuata con vetture "Cuccette" anziché "Treno Notte Comfort", ovvero semplici cuccette ristrutturate... che vergogna -.-

fra.laz ha detto...

Che poi..per come la vedo io nel giro di qualche tempo vedranno di sopprimere anche l'894/895, utilizzando la stessa tecnica usata allora per 750/753 e 766/763: diminuiscono le carrozze disponibili, diminuiscono le carrozze posti a sedere (Economiche), aumentano le carrozze letto (in questo caso cuccette comfort, carissime) e di conseguenza diminuiscono i viaggiatori. Perchè due carrozze posti a sedere si riveleranno presto insufficienti e quindi in queste carrozze il viaggio diventerà insopportabile per il sovraffollamento e la gente sarà obbligata a prendere le comfort, che però per quanto costano non hanno assolutamente senso. Già finora, esclusi i weekend e il periodo delle feste, nel treno dispari le cuccette erano quasi vuote (perchè comunque arrivando prima delle 6 di mattina nella maggior parte delle località non si può dire di poter fare una vera "dormita", quindi il grosso dei viaggiatori si riversava nei posti a sedere), ora che costano almeno una ventina di euro in più, data la conversione a "comfort" (almeno tariffaria, perché secondo me il materiale utilizzato spesso sarà, come visto nel video, quello delle cuccette "ordinarie") questo treno rischia di diventare piuttosto inaccessibile ai più, in particolare ai meno abbienti, che erano di certo i principali avventori di questo treno. Mah, vergogna..

AlexMos ha detto...

Dopo questa sforbiciata sarebbe più che mai salvifico un nuovo Exp 891-892 Reggio Calabria - Roccella - Cz Lido - Crotone - Sibari - Paola - Roma notturno e un Pitagora Villa - Reggio - Roccella - Cz Lido - Crotone - Sibari - Taranto - Bari diurno.

AlexMos ha detto...

(considerando anche che con la sospensione della Lamezia - Lido la Calabria è spezzata in due, mezza jonica isolata e impossibilitata ad accedere ferroviariamente a Lamezia).

Admin ha detto...

Concordo Ale!!!! Proprio ieri pensavo la stessa cosa, il taglio (si spera momentaneo..........) della Cz Lido - Lamezia potrebbe essere un motivo in più per istituire un treno da/per Roma via Sibari...dovrebbe essere possibile anche per via dello stato di calamità naturale, per evitare l'isolamento di tutta la fascia Jonica...bisognerebbe puntare su questo secondo me! :S

fra.laz ha detto...

Non vorrei essere il solito guasta feste, ma credo che si debba fare la precisazione che ormai da tempo per le ferrovie sono "treni" anche gli autobus sostitutivi, e di conseguenza l'interruzione della Catanzaro Lido - Lamezia T.C. è solo "apparente", almeno per le Ferrovie. Di conseguenza, considerando che Jonica sud e trasversale Lido - Lamezia sono coperte con l'LP894/895 (più i regionali e i bus sostitutivi che assicurano, o almeno ci provano, il collegamento con Lamezia), mentre Jonica Nord da Crotone in su più trasversale Sibari - Cs - Paola sono coperte da LP556 e LP618 e rispettivi dispari, sempre per le ferrovie, l'unica tratta scoperta dalla lunga percorrenza è la Catanzaro Lido - Crotone..
A testimonianza di questa "visione" c'è il comunicato di FSnews di qualche tempo fa che affermava che l'offerta diurna per la Calabria non è stata affatto modificata, ovvero per loro l'LP618 risulta equivalente al collegamento ferroviario "vero".
State attenti con le richieste quindi, che sono capaci che poi istituiscono un Reggio - Roma via Sibari in autobus!! :P :S

Admin ha detto...

ahahahaahahhahaahhaha!!!!!!
Effettivamente anche questo è vero, per carità divina, meglio il bus sostitutivo su Lamezia che via Crotone-Sibari-Paola!! ahahahah!!!
Però a parte questo non so, se qualche politico idiota si mette d'impegno può darsi pure che un treno via Jonica da/per Roma si riesca a mettere... guardate, a parte gli scherzi, visto lo scarso successo dei tre notturni siciliani (su FOL parlano di una media di dieci viaggiatori per treno arrivati a Roma!!!), perchè non mandarne uno via Jonica a questo punto? Tanto disastro per disastro, almeno ci sarebbe una parvenza di treno a lunga percorrenza. Ovviamente dalla Sicilia la partenza andrebbe anticipata di un bel pò, per non farlo passare dalla Jonica alle 2 di notte...io direi che da dovrebbe sbarcare in Calabria verso le 19:30, per arrivare a Sibari entro mezzanotte...ovviamente fermate solo a
Villa SG
Reggio Calabria Centrale
Melito di Porto Salvo
Bovalino
Locri
Siderno
Roccella Jonica
Soverato
Catanzaro Lido
Botricello
Crotone
Cirò
Cariati
Rossano
Corigliano Calabro
Sibari (cambio TD-TE, con locomotore elettrico che prosegue fino a Roma)
Paola
Formia
Latina
Roma Tni

Non sarebbe da buttare via :O
PS: in realtà avrebbe più senso togliere un notturno siciliano e fare partire questo "mio" direttamente da Reggio, ma mi dispiace sempre parlare di tagli!
:(
PS2: faccio notare, tra l'altro, che i deficienti di TI hanno piazzato tre treni notte dalla Sicilia a Roma, con notevole spreco, e nessuno di questi ha una sezione da Caltanissetta-Agrigento!! Possibile mai che il costo stava tutto in una piccola antenna, e non nel mandare in giro treni vuoti? MAH!

Fabrizio ha detto...

Povera Patria...Solo questo mi viene da dire con la soppressione dei numerosi Treni da/per il Sud.

fra.laz ha detto...

Galato, e allora non hai capito niente?! Secondo te perchè ne hanno messi tre, tutti e solo per Roma, e tutti carissimi? Proprio per non farci viaggiare nessuno di sopra! In questo modo hanno la scusa, l'anno prossimo (se non prima), di sopprimerne ancora con la scusa che non ci viaggiava nessuno per colpa DELLE COMPAGNIE AEREE (!!!)
Mah..mah..mah..

AlexMos ha detto...

Lazzaro spiega anche a me sta storia dei treni bus che anche io come Galato c'ho capito poco .... ah si anche quest'anno viaggerò con un diretto notturno ... il Roma Tiburtina - Corigliano della SIMET...

 
Il primo blog dedicato al trasporto ferroviario in Calabria...by Roberto Galati...email - msn: exp826@hotmail.it