I contenuti di Ferrovie in Calabria sono a disposizione di tutti, ma a condizione che, se sfruttati, siano accompagnati dall'indicazione della fonte (blog o autore dei testi/fotografie). Tutto il materiale ivi pubblicato è protetto da Copyright, perciò per evitare situazioni incresciose vi preghiamo di seguire questa piccola regola. Buon Viaggio!

• 14/10/14 • La mancanza di energia per l'alimentazione elettrica, sulla linea Paola - Cosenza, causa l'arresto improvviso di un treno nella galleria Santomarco: si è trattato della simulazione di criticità, tenutasi stanotte all'interno della lunga galleria posta sulla ferrovia Paola - Cosenza. Qui la news di ANSA Calabria • 13/10/14 • Trenitalia: a partire dal 15 ottobre verrà ripristinato il treno Regionale 22664 Reggio Calabria Centrale (11.30) - Rosarno (12.50), mentre verrà soppresso, solo nella giornata del 15 ottobre, il Regionale 22653/22654 Melito PS (6.45) - Rosarno (8.45). Qui il comunicato di Fsnewss • 04/10/14 • Si è tenuto nella giornata del 2 ottobre, l'open day alla stazione RFI di Fuscaldo, i cui ambienti non più utili ai fini dell'esercizio ferroviario, sono stati assegnati alla locale cooperativa agricola "Il Segno": prosegue quindi anche in Calabria, il programma di Rete Ferroviaria Italiana che prevede il recupero e l'affidamento a fini sociali delle stazioni parzialmente o totalmente dismesse. Qui la news • 29/09/14 • Si terra alla stazione RFI di Bova Marina, giorno 9 ottobre, un nuovo sit-in di protesta contro il declassamento della ferrovia Jonica. Clicca qui per aderire all'evento su facebook • 22/09/14 • Taglio delle stazioni sulla ferrovia Jonica: l'assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele, scrive ad RFI per chiedere rassicurazioni sul progetto di ridimensionamento, in vista di una riorganizzazione dell'orario regionale lungo la linea Jonica. Qui il comunicato • 13/09/14 • Pubblicati sulla nostra pagina gli orari dei servizi ferroviari Ferrovie della Calabria previsti a partire dal prossimo 15.09.2014. Vedi qui • 12/09/14 • Il fabbricato viaggiatori della ormai dismessa fermata di Curinga (posta sulla linea Tirrenica tra Lamezia Terme ed Eccellente), è stato ufficialmente attribuito da RFI, ad uso gratuito del Comune. Qui la delibera del consiglio comunale • 09/09/14 • Domani, 10.09.2014, il candidato per le Regionali con il Centrosinistra Oliverio si recherà nella stazione delle Ferrovie della Calabria di Soveria Mannelli, dalla quale partirà alla volta di Catanzaro a bordo del treno 17 delle 10.25. Arrivato a Catanzaro incontrerà a via Milano i lavoratori e sindacalisti delle FC e dell'AMC di Catanzaro. Leggi qui

8 ott 2010

Giri di situazioni...

Ultimamente vagando per i numerosi forum e siti internet a tema ferroviario, sempre aggiornatissimi e completi, è possibile trovarsi di fronte ad alcune notizie, apparentemente "disconnesse" fra loro, che sono ben poco rassicuranti e che molto probabilmente sono strettamente collegate. Dal Veneto all'Abruzzo e Molise alla Sicilia: cosa sta succedendo e cosa centra tutto ciò con la nostra Calabria? Partiamo da una notizia comparsa oggi sui forum ferroviari: dall'11 ottobre fino a nuovo avviso i due treni Regionali Sulmona-Napoli saranno effettuati limitatamente al tratto Sulmona-Castel di Sangro, con proseguimento in autobus verso Napoli: motivo di tutto ciò, una manutenzione straordinaria al materiale rotabile, e cioè le ben conosciute ALn668. Poco tempo fa accadde la stessa cosa sulla ferrovia Avezzano-Roccasecca, dove vennero soppresse le 5 coppie giornaliere, sempre per manutenzione improvvisa, sempre ALn668. Grossi problemi anche per le ALn668(guarda caso) della DTR Veneto.

Ma arriviamo finalmente al dunque: la DTR Calabria. Sono ormai mesi che le nostre linee ferroviarie(indifferentemente tra jonica, tirrenica e trasversali) ed i nostri pendolari sono flagellati da continue e snervanti soppressioni improvvise e soprattutto ingiustificate(per i più...). Ne è esempio la Lamezia Terme Centrale-Catanzaro Lido, dove quest'estate al massimo quattro coppie di Regionali venivano effettuate via ferrovia!Tutto il resto veniva autosostituito, mentre sul tratto metropolitano Melito di Porto Salvo-Rosarno spesso molti treni venivano soppressi all'ultimo minuto, addirittura lasciando i viaggiatori a piedi, senza neanche un servizio sostitutivo!

L'ultima soppressione risale proprio ad oggi, e riguarda almeno un Regionale, il 3778, tra Catanzaro Lido e Lamezia, sostituito da un autobus. La sensazione che proverete sarà brutta quando saprete che in comune a tutti questi treni spariti nel nulla ci sono le ALn668, dal Nord al Sud della penisola! Certamente noi in Calabria abbiamo anche i problemi extra, e cioè la variante Settingiano-Catanzaro Lido ridotta ad un colabrodo causa cemento depotenziato, ma questo è un altro discorso, al quale si collega un'altra notizia un pò bruttina che recentemente è in circolazione(ne parleremo!). Tornando al nostro problema delle ALn668, bisogna cercare di capire quale sia il reale difetto di queste automotrici, che di colpo sembrano perdere...colpi, quasi tutte all'unisono. C'è chi dice che il problema sia causato dal nuovo sistema SCC, che mette sotto sforzo praticamente tutta l'automotrice, batterie in primis(sono proprio loro le cause di tutte le frequenti "perdite di punto informativo" con conseguente arresto immediato del convoglio), mentre tanti altri si ostinano semplicemente a dire che sono "troppo vecchie"! Quali siano i reali motivi ancora non lo sappiamo, ma fatto sta che la situazione non è delle migliori, specialmente per noi in Calabria: è inutile ricordare che più del 50% dei treni Regionali nel nostro territorio vengono effettuati con ALn668: sulla jonica ci sono solo quelle, così come sulla Sibari-Cosenza, sulla Catanzaro Lido-Lamezia e su gran parte del servizio metropolitano Melito-Rosarno...se improvvisamente ci fosse bisogno di una revisione straordinaria di tutto il parco, con che cosa li effettuiamo i treni sulla Jonica? Rispolverare le D445 non è per niente facile purtroppo, perchè la maggior parte sono "emigrate" al Nord, mentre quelle poche rimaste sembra abbiano problemi anche loro. Perciò cari pendolari Jonici, siate pronti a tutto...purtroppo.

21 commenti:

Shay Parkman ha detto...

Uhm..
Sana toccata di palle!

Anonimo ha detto...

qui sulla brescia parma le 1800 faticano ad arrancare..l'ssc scatta troppo spesso e le sta distruggendo. siamo messi male.
lizard

luigi ha detto...

la domanda viene spontanea per un nordico..
come mai le ALn 668 viaggiano sulla Sibari-Cosenza e sul tratto metropolitano di Reggio Calabria che sono entrambi elettrificati?

non era consigliabile l'acquisto di materiale elettrico e trasferimento su linee a TD delle vecchie automotrici per avere un parco mezzi più ampio?

fra.laz ha detto...

"...non era consigliabile l'acquisto di materiale elettrico..."...

ACQUISTO?!?! La Regione Calabria non sa mica il significato di questa parola! Se ci arriva per caso qualche scarto da qualche altra DTR allora sì, ma comunque spesso carrozze più che materiale motore..purtroppo la Regione non sborsa una lira, quindi sulla Jonica treni con 445 nemmeno per finta (giusto una coppia, quando tutto va bene!), e anche sulla Tirrenica spesso e volentieri si va di Minuetto piuttosto che di materiale ordinario (sempre per risparmiare -.-), le 803 sono impegnate sulla Lamezia-Tropea-Rosarno e sulla Paola-Cosenza principalmente..e quindi non resta che usare le 668 anche sulle tratte elettrificate tra Sibari e Cosenza (in modo tale da "riciclarle" anche poi lungo la Jonica Sud, non elettrificata), per il servizio metropolitano reggino e , ovviamente, per il servizio Jonico...e intanto le 445 marciscono inutilizzate (insieme a molte X secondo me) e i treni si trasformano, quando la magia funziona, in autobus! -.-

Admin ha detto...

Ha detto tutto Francesco...un ritratto perfetto di cos'è la DTR Calabria e la Regione... :(
Sono sicuro che basterebbe l'acquisto di soli 2-3 Minuetti Elettrici o E464 con relative pilota, per liberare un bel pò di ALn668, in modo da rinforzare in doppia almeno i treni più frequentati sulla Jonica!!Ma probabilmente non sarà più possibile neanche una singola, se le 668 continuano a perdere pezzi una dietro l'altra!

Jacopone ha detto...

E intanto... Gli autobus sostitutivi continuano a far ingrassare qualcuno. E ho detto tutto.

Anonimo ha detto...

Ma xkè la regione non lo dice chiaramente: "non abbiamo interesse ad investire sul trasporto ferroviario"...
Se proprio vogliono arricchirsi in questo modo, che usassero almeno un minimo di intelligenza per giustificare certe scelte....soppressione dei treni perchè la gente non viaggia ---> vedi la qualità dei servizi... Investiamo sul trasporto su gomma ----> ok...per farlo camminare su quali strade? Mah....... La classe dirigente......la legalità....le manifestazioni....gli scioperi...... Ma ki ci crede più......

Admin ha detto...

Infatti concordo con l'anonimo...mi rendo conto che è praticamente tutto inutile, a partire da manifestazioni e scioperi fatti come, quando e perchè piace, gira e volta organizzati dai delinquenti stessi...ammazzateci tutti...BAH. Fanno solo ridere i polli...

Admin ha detto...

Per Jacopone: inizio a pensare che la questione autobus sia molto più estesa di quanto possa sembrare!!!Si sa che in Italia abbiamo qualcuno che deve vendere vendere vendere e vendere...e se non vende vuole pure i soldi del popolo per continuare ad ingrassare i suoi puzzolenti manager... :(

Shay Parkman ha detto...

Ma non solo Sibari - Cosenza e servizio metropolitano reggino...vogliamo parlare della Taranto - Sibari? Ormai a Sibari l'unico materiale elettrico che si vede è la motrice del Sila (e fa un certo effetto una 402A, quando capita, tra le 668!), i due notturni Reggio-Bari e quei merci che passano.
Ad ogni modo, ieri sera sul Murge è scattato l'SSC due volte. Poi si rompono i locomotori e mi vengono a dire che sono vecchi...è un ottimo sistema, ma così impostato è solo un cacacazzo assurdo.

Che si ammazzassero Regione, RFI e Trenitalia con tutte le loro pippe mentali.

Clo&demk ha detto...

Sono concorde con Jacopone credo costino molto di più alla Fs utilizzare autobus sostitutivi che le vetture......

Anche vero che il parco motrici qui in calabria sembra un residuo degli anni 70.

Tempo fa viaggiava un locomotore sulla tratta Lamezia - Catanzaro in estate con davanti lo spazza neve... a dimostrazione della provenienza dal nord.
Non hanno nemmeno perse del tempo per rimuovere lo spazza neve.....

Peppe FSE MF-TA ha detto...

Ragazzi non possiamo accettare passivamente questa situazione disastrosa, incontriamoci e andiamo tutti a Reggio a trovare il governatore che tante promesse aveva fatto in campagna elettorale anche in ambito ferroviario, basta treni diesel su tratte elettrificate, quando vedremo qualche minuetto anche sulla Jonica? Se davvero sopprimeranno i pax da e per la Sicilia per la Calabria saranno guai. Ragazzi cominciamo a farci sentire, rompiamo le scatole a chi di dovere stanno distruggendo le ferrovie italiane,ed il Sud come al solito e' quello che patisce i guai peggiori. Saluti agli Jonici.

Admin ha detto...

Ragazzi, io l'ho sempre detto, sono costantemente pronto ad un eventuale blocco o della jonica o della tirrenica...altrimenti nessuno mai ci sentirà!!!
Pomeriggio sono stato a Reggio Calabria Centrale: è diventata un MORTORIO!!!! :'(
Reggio Calabria Centrale senza un notturno per Milano e per Torino. Cosa più assurda di questa non si è mai vista...

Shay Parkman ha detto...

Io che devo dire, che ogni pomeriggio che attendo il 3730 a Crotone mi piange il cuore?

Anonimo ha detto...

Il ministro dei Trasporti sarà in Calabria ( a Palmi) sicuramente verrà in treno fino a Lamezia dove dovrà fare cambio per prendere un regionale che lo porti fino a destinazione.. sempre ammesso che non ci sia qualche soppresione che lo costringa ad utilizzare un autobus sostitutivo che rimarrà incolonnato sulla A3 per i consueti lavori....o magari percorrerà la ionica perchè attratto dalle bellezze naturali che essa offre e dove tra un incrocio e l'altro in stazioni fresche di ristrutturazione o bloccato sulla 106 per l'ennesimo incidente stradale avrà tutto il tempo per meditare sulla DISASTROSA situazione dei trasporti in Calabria....

fra.laz ha detto...

Mah..diciamo pure che Matteoli se ne sbatte altamente della Calabria, ma questo non l'ha mai tenuto nascosto.. non so se ricordate la frase "meglio regalare un'auto a ciascun calabrese piuttosto che continuare a fare treni sulla jonica"... -.-
Beh..qualcuno che vada a prenderlo a parolacce? Ehm..scusate! :P
E pensare che l'incontro si terrà tra Palmi e Seminara, in contrada Garanta...proprio dove una volta passavano i treni per Sinopoli :'(

Shay Parkman ha detto...

Tutti a Palmi per la prima fermata di un ES nella stazione cittadina!!

(Nel senso...quel sorcio è capace di farsi fare la fermata apposta all'ES.. -.-)

Peppe FSE MF-TA ha detto...

Quando viene a Palmi?

fra.laz ha detto...

Se..che lui in treno viene! -.-'

Comunque Matteoli sarà domani a Palmi, 12.30 circa, sala riunioni del campo base di Palmi (O.o ?)... ovviamente però non parlerà di ferrovie, ma dell'A3 (e chissà che inventerà -.-)...

http://www.strill.it/index.php?option=com_content&view=article&id=80368%3Aa3-mercoledi-conferenza-stampa-di-matteoli-e-ciucci-a-seminara-rc&catid=1%3Aultime&Itemid=113

Admin ha detto...

Secondo me non è un caso che vada a Seminara...non è un caso, e la cosa è terribilmente inquietante...povera Italia e povera Calabria :(

Shay Parkman ha detto...

Poveri i parenti miei che se lo devono vedere passare sotto casa!

 
Il primo blog dedicato al trasporto ferroviario in Calabria...by Roberto Galati...email - msn: exp826@hotmail.it