I contenuti di Ferrovie in Calabria sono a disposizione di tutti, ma a condizione che, se sfruttati, siano accompagnati dall'indicazione della fonte (blog o autore dei testi/fotografie). Tutto il materiale ivi pubblicato è protetto da Copyright, perciò per evitare situazioni incresciose vi preghiamo di seguire questa piccola regola. Buon Viaggio!

• 14/10/14 • La mancanza di energia per l'alimentazione elettrica, sulla linea Paola - Cosenza, causa l'arresto improvviso di un treno nella galleria Santomarco: si è trattato della simulazione di criticità, tenutasi stanotte all'interno della lunga galleria posta sulla ferrovia Paola - Cosenza. Qui la news di ANSA Calabria • 13/10/14 • Trenitalia: a partire dal 15 ottobre verrà ripristinato il treno Regionale 22664 Reggio Calabria Centrale (11.30) - Rosarno (12.50), mentre verrà soppresso, solo nella giornata del 15 ottobre, il Regionale 22653/22654 Melito PS (6.45) - Rosarno (8.45). Qui il comunicato di Fsnewss • 04/10/14 • Si è tenuto nella giornata del 2 ottobre, l'open day alla stazione RFI di Fuscaldo, i cui ambienti non più utili ai fini dell'esercizio ferroviario, sono stati assegnati alla locale cooperativa agricola "Il Segno": prosegue quindi anche in Calabria, il programma di Rete Ferroviaria Italiana che prevede il recupero e l'affidamento a fini sociali delle stazioni parzialmente o totalmente dismesse. Qui la news • 29/09/14 • Si terra alla stazione RFI di Bova Marina, giorno 9 ottobre, un nuovo sit-in di protesta contro il declassamento della ferrovia Jonica. Clicca qui per aderire all'evento su facebook • 22/09/14 • Taglio delle stazioni sulla ferrovia Jonica: l'assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele, scrive ad RFI per chiedere rassicurazioni sul progetto di ridimensionamento, in vista di una riorganizzazione dell'orario regionale lungo la linea Jonica. Qui il comunicato • 13/09/14 • Pubblicati sulla nostra pagina gli orari dei servizi ferroviari Ferrovie della Calabria previsti a partire dal prossimo 15.09.2014. Vedi qui • 12/09/14 • Il fabbricato viaggiatori della ormai dismessa fermata di Curinga (posta sulla linea Tirrenica tra Lamezia Terme ed Eccellente), è stato ufficialmente attribuito da RFI, ad uso gratuito del Comune. Qui la delibera del consiglio comunale • 09/09/14 • Domani, 10.09.2014, il candidato per le Regionali con il Centrosinistra Oliverio si recherà nella stazione delle Ferrovie della Calabria di Soveria Mannelli, dalla quale partirà alla volta di Catanzaro a bordo del treno 17 delle 10.25. Arrivato a Catanzaro incontrerà a via Milano i lavoratori e sindacalisti delle FC e dell'AMC di Catanzaro. Leggi qui

7 mar 2012

Ferrovie in Calabria...in Veneto!

Come anticipato nelle nostre news alcuni giorni fa, per la prima volta Ferrovie in Calabria ha avuto l'onore di partecipare ad una delle più importanti manifestazioni nazionali di modellismo, ospite nello stand della mitica ed attivissima Associazione Ferrovie Siciliane ( http://www.a-f-s.it/ ), che ringraziamo per averci concesso questa opportunità!
Un ringraziamento è d'obbligo anche all'amico Marcello Lapenna, autore del bellissimo modello della M2.73 che abbiamo presentato l'anno scorso in questo post : ma il nostro Marcello ha ampliato il "parco modellistico" FCL con un altrettanto spettacolare e curatissimo diorama in scala H0, che riproduce la rimessa locomotive di Catanzaro Lido, con tanto di rotabili in sosta: una carrozza a due assi Reggiane, due carri aperti, un carrellino da cantiere...e la famosa M1 37 allo stato attuale, con tanto di appassionati che la fotografano e la filmano! In seguito pubblicheremo un post apposito dedicato a questo diorama, come è già stato fatto per la M2.73, dove approfondiremo le tecniche di costruzione, i materiali, e faremo un cenno sulla storia dei rotabili rappresentati.
Non vogliamo rovinare la sorpresa, perciò per ora "accontentiamoci" di questa fotografia!














Ma noi di Ferrovie in Calabria non eravamo gli unici a rappresentare la nostra Regione in quel di Verona: era presente l'attivissimo Gruppo Fermodellistico Tropeano e FREMO Calabria, rappresentati da Davide Godano e Mario De Prisco, che hanno esposto gli spettacolari moduli (alcuni ancora in lavorazione) riproducenti parte della vecchia Paola - Cosenza a cremagliera, con riproduzione fedele della stazione di Rende e degli adiacenti tratti in piena linea ad aderenza naturale e mista...per fortuna almeno in scala H0 possiamo ancora ammirare una 981 in spinta alla vettura freno e ad una X o 1959 di prima classe, carrozza diretta Roma Termini - Cosenza.





























Una bella sorpresa decisamente inaspettata ce l'ha riservata l'associazione fermodellistica romana Vivitreno: nel grande plastico sociale in scala H0 sono riusciti anche ad inserire un angolo in tema prettamente "calabro-lucano", con tanto di robustissimi modelli artigianali in metallo riproducenti due Emmine dei gruppi M1c 80R ed M1c 80, entrambe in livrea castano-isabella, oltre alle ben note vaporiere 403 e 353: completano il quadretto alcuni carri chiusi, pianali ed una vettura a terrazzini nella stessa livrea delle Emmine. Ovviamente il tutto è perfettamente funzionante, compresi i due brevi ma scenografici tratti a cremagliera sui quali si arrampicano le "nostre" amate automotrici FCL! In costruzione anche la vaporiera ad aderenza mista 504...
Ovviamente nei pressi della stazione FCL non poteva mancare per l'interscambio la linea delle Ferrovie dello Stato, percorsa da 740, 625 e dalle prime nuovissime D443, che assieme alle vaporiere a scartamento ridotto ed alle Emmine ci riportano indietro negli anni '70...
E' incredibile notare come tra le travagliate storie della selva di Paliano (provincia di Frosinone) dove si trovano accantonate numerose automotrici e locomotive a vapore FCL, la storia un pò misteriosa dei rotabili teoricamente funzionanti di proprietà dell'Ing. Di Giacomo nei pressi di Roma ed ora anche il plastico dell'associazione Vivitreno, ci sia una sorta di strano ma affascinante filo conduttore tra il Lazio e le Ferrovie Calabro Lucane...


















Ma "l'onda" calabro-lucana non è ancora finita! Ricordate Freccia Azzurra, pseudonimo del giovane artigiano Marco Meusburger, autore delle automotrici M4 FIAT in scala H0m? Ebbene, a sorpresa alla fiera di Verona ci ha stupito presentando anche il locomotore diesel LM4 600 di costruzione Breda-Ferrosud, utilizzato dalle Ferrovie della Calabria e dalle Ferrovie Appulo Lucane per la trazione di treni cantiere o in casi particolare anche per treni merci straordinari, treni storici o treni viaggiatori ordinari: per ora è stata riprodotta l'unità 606 in livrea giallo-rosso assegnata a Cosenza. In realtà attualmente questo locomotore veste la livrea grigio-verde, analoga a quella delle carrozze storiche BCMR e CDU per treni turistici: rimaniamo in attesa anche di questa versione!
Assieme all'LM4 è stato presentato ed esposto anche un carro chiuso di tipo Fcm, immatricolato FCL:

















Non meno degna di nota la gigantesca e dettagliatissima nave traghetto "Rosalia" delle Ferrovie dello Stato in servizio sullo Stretto di Messina, presentata dall'Associazione Ferrovie Siciliane: la nave è perfettamente funzionante (spettacolare la celata che si apre/chiude elettricamente) ed in corso di rifinitura, e può addirittura galleggiare e muoversi realmente in acqua!
















Insomma, sembrerà incredibile, ma una Calabria ormai totalmente allo sbando a livello di ferrovie reali, a causa alla decennale classe politica incompetente e criminale, è invece attivissima ed amata nel resto d'Italia a livello modellistico.
Ma la nostra avventura veronese non finisce qua: presto pubblicheremo un approfondimento della mostra modellistica e dei travagliati viaggi per raggiungere il Veneto su Ferrovie in Calabria in Viaggio!

Chiudiamo il post con un argomento che ci sta a cuore, così come dovrebbe stare a cuore a tutti i calabresi, siciliani, pugliesi, ed a tutti coloro che credono nell'unità d'Italia: si tratta della protesta degli 800 dipendenti Wagons Lits licenziati lo scorso dicembre a seguito del taglio dei treni notte Nord-Sud: a Milano Centrale ci ha fatto una certa impressione osservare dal vivo la torre faro del binario 21, sulla quale da mesi Stanislao ed Oliviero (recentemente sostituito da Rocco), protestano contro questa politica devastante per la nostra società, una politica che spezza in due l'Italia e che cancella la storia: noi vogliamo dare il nostro appoggio dedicando a loro queste due fotografie, con la speranza che la loro tenacia venga premiata, per il bene di tutti noi.




5 commenti:

FdC ha detto...

raga modelli favolosi, ma è possibile acquistare la m4 o il lm4?

Admin ha detto...

Mitico FdC!!

Certo che si possono acquistare, ma considera che si si parla di circa 400 € per la M4 (dotata ovviamente di motorizzazione), e credo che anche l'Lm4 viaggi su quelle cifre!! :O

fra.laz ha detto...

Il 600 credo che in realtà sia ancora un prototipo non in vendita, visto che non è nemmeno "presentato" sul sito di Freccia Azzurra. Per quanto riguarda le M4 invece, queste sono in vendita e hanno prezzi molto variabili, tra i 99€ e i 400€.
Fino a qualche mese fa i prezzi erano questi:
99€ kit da montare, non motorizzato
149€ telaio motorizzato
360€ modello "base" montato, colorato, motorizzato analogico (predisposto con presa 8 poli per decoder) e con fari illuminati (possibilità di scelta tra logo FC-FCL-FAL, e, almeno all'inizio, si poteva scegliere il numero di macchina) - 2 motori
400€ modello "premium" esattamente come il modello base, ma con in più illuminazione interna ed eventualmente decoder digitali montati.

Non è certo una spesa indifferente. Io personalmente sono una schiappa con i kit di montaggio (ma soprattutto con i "pennelli" per colorare), ma a questo punto, per chi ci sa fare, consiglierei di buttarsi sul kit e risparmiare un bel po' :O

Ellis ha detto...

Attendo impaziente il post sul modulo di Catanzaro Lido!

Admin ha detto...

Presto arriverà carissimo Ellis!!!!!!! :P

 
Il primo blog dedicato al trasporto ferroviario in Calabria...by Roberto Galati...email - msn: exp826@hotmail.it