I contenuti di Ferrovie in Calabria sono a disposizione di tutti, ma a condizione che, se sfruttati, siano accompagnati dall'indicazione della fonte (blog o autore dei testi/fotografie). Tutto il materiale ivi pubblicato è protetto da Copyright, perciò per evitare situazioni incresciose vi preghiamo di seguire questa piccola regola. Buon Viaggio!

• 14/10/14 • La mancanza di energia per l'alimentazione elettrica, sulla linea Paola - Cosenza, causa l'arresto improvviso di un treno nella galleria Santomarco: si è trattato della simulazione di criticità, tenutasi stanotte all'interno della lunga galleria posta sulla ferrovia Paola - Cosenza. Qui la news di ANSA Calabria • 13/10/14 • Trenitalia: a partire dal 15 ottobre verrà ripristinato il treno Regionale 22664 Reggio Calabria Centrale (11.30) - Rosarno (12.50), mentre verrà soppresso, solo nella giornata del 15 ottobre, il Regionale 22653/22654 Melito PS (6.45) - Rosarno (8.45). Qui il comunicato di Fsnewss • 04/10/14 • Si è tenuto nella giornata del 2 ottobre, l'open day alla stazione RFI di Fuscaldo, i cui ambienti non più utili ai fini dell'esercizio ferroviario, sono stati assegnati alla locale cooperativa agricola "Il Segno": prosegue quindi anche in Calabria, il programma di Rete Ferroviaria Italiana che prevede il recupero e l'affidamento a fini sociali delle stazioni parzialmente o totalmente dismesse. Qui la news • 29/09/14 • Si terra alla stazione RFI di Bova Marina, giorno 9 ottobre, un nuovo sit-in di protesta contro il declassamento della ferrovia Jonica. Clicca qui per aderire all'evento su facebook • 22/09/14 • Taglio delle stazioni sulla ferrovia Jonica: l'assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele, scrive ad RFI per chiedere rassicurazioni sul progetto di ridimensionamento, in vista di una riorganizzazione dell'orario regionale lungo la linea Jonica. Qui il comunicato • 13/09/14 • Pubblicati sulla nostra pagina gli orari dei servizi ferroviari Ferrovie della Calabria previsti a partire dal prossimo 15.09.2014. Vedi qui • 12/09/14 • Il fabbricato viaggiatori della ormai dismessa fermata di Curinga (posta sulla linea Tirrenica tra Lamezia Terme ed Eccellente), è stato ufficialmente attribuito da RFI, ad uso gratuito del Comune. Qui la delibera del consiglio comunale • 09/09/14 • Domani, 10.09.2014, il candidato per le Regionali con il Centrosinistra Oliverio si recherà nella stazione delle Ferrovie della Calabria di Soveria Mannelli, dalla quale partirà alla volta di Catanzaro a bordo del treno 17 delle 10.25. Arrivato a Catanzaro incontrerà a via Milano i lavoratori e sindacalisti delle FC e dell'AMC di Catanzaro. Leggi qui

04 ago 2011

Ferrovie della Calabria in fermento! - Speciale inaugurazione S.Pietro Apostolo -

Era da tempo che non pubblicavamo un post dedicato a buone notizie dalle nostre FC! Buone notizie finalmente definitive, tangibili, e non le tante voci che fino a poco tempo fa si rincorrevano, si sovrapponevano ed alla fine sfociavano in un nulla di fatto...

Infatti dopo più di un anno e mezzo di "voci",
in sostituzione del precedente viadotto a tre arcate crollato il 29 gennaio dello scorso anno, è stato inaugurato stamattina tra le 10:30 e le 11 il nuovo ponte tra S.Pietro Apostolo e Cicala! In quei giorni di fine gennaio 2010 si parlò di tragedia sfiorata, sorti incerte sul futuro dell'intera linea, e purtroppo in seguito anche del tragico evento della morte di un dipendente della ditta Francesco Ventura che stava svolgendo i lavori di sgombero dalle macerie, travolto da una piena improvvisa del Corace: il nuovo viadotto è stato infatti dedicato al giovane Alessandro Chianello, che anche noi di Ferrovie in Calabria vogliamo ricordare.

Questa breve premessa era d'obbligo: partiamo ora con la "cronaca" della giornata!

La scelta del convoglio inaugurale è caduta ovviamente in uno dei nuovi complessi Stadler, e precisamente il DE M4c 503. La partenza è fissata dalla stazione di Catanzaro Città verso le 5:20 del mattino: direzione Madonna di Porto, proseguimento verso San Pietro Apostolo ed una breve puntata su Serrastretta-Carlopoli, tutto in interruzione di servizio e non con traccia oraria vera e propria.


Il DE M4c 503 pronto a lasciare il DL di Catanzaro Città.


Breve sosta a Madonna di Porto. Notare i mezzi da cantiere della ditta Francesco Ventura, che sta ultimando la sostituzione delle traversine ed il risanamento dell'armamento fino a Serrastretta-Carlopoli.


Nei pressi del nuovo ponte a S.Pietro Apostolo: notare il nuovo armamento "pesante", con traversine in c.a.p. ed attacco misto elastico-indiretto di ultima generazione!


Il DE M4c 503 appena giunto alla stazione di Serrastretta-Carlopoli...


...in compagnia della M4 404, una delle poche unità con frontale quasi pulito e senza graffiti, che oggi per l'ultimo giorno ha effettuato una corsa Serrastretta-Soveria Mannelli: da domani infatti entrerà in servizio il nuovo orario Catanzaro Città-Soveria Mannelli.

Dopo una sosta di un'oretta a Serrastretta, verso le 8:40 si riparte verso S.Pietro Apostolo: in stazione ancora non c'è quasi nessuno, mentre nelle vicinanze del ponte c'è un gran fervore per i preparativi dell'inaugurazione: i tuttofare dipendenti dell'impresa Francesco Ventura allestiscono i tavoli per la conferenza, per il buffet ed abbelliscono l'area circostante con piante ornamentali.


Il complesso Stadler in sosta sul nuovo ponte...


...qui ripreso da una visuale più ampia, che lascia intravedere la struttura del manufatto. La lunghezza totale del viadotto è di 43 metri, di cui 27 in travata metallica sospesa, formata da due travate verticali longitudinali, solidali ad una "gabbia" di travi d'acciaio incrociate ed imbullonate.


L'allestimento della conferenza, sotto il "pontino" del passaggio stradale, adiacente all'arcata in ferro del viadotto: un'idea originale e soprattutto funzionale, visto il sole cocente di stamattina!

Dopo l'allestimento, ultimato verso le 9:30, iniziavano ad arrivare le prime personalità rappresentanti le Ferrovie della Calabria, tra cui Clara Ricozzi, Presidente del Consiglio d'Amministrazione delle FC. Erano presenti anche rappresentanti delle Forze dell'Ordine, alcuni sindaci tra cui Michele Traversa di Catanzaro ed Anna Maria Cardamone di Decollatura. In rappresentanza della Regione Calabria ha partecipato Fausto Orsomarso, Consigliere Regionale con delega ai Trasporti. Presente anche il Vescovo della Diocesi di Catanzaro-Squillace, Monsignor Bertolone ed alcuni rappresentanti della ditta Francesco Ventura...tra cui Francesco Ventura in persona!


Durante la conferenza: presenti da sinistra l'ing. Marcelli, il Dott. Lo Feudo, la Dott.ssa Clara Ricozzi, l'Ass.re Fausto Orsomarso, Francesco Ventura e l'Ing. Marazzita.

La breve conferenza è iniziata poco dopo le 10, e la prima a prendere la parola è stata la Dott.ssa Clara Ricozzi che ha anche letto un messaggio del Ministro Matteoli, che non è stato presente per motivi contingenti. In seguito la parola è passata al Dott. Lo Feudo che ha illustrato brevemente la nuova opera e la situazione finanziaria purtroppo abbastanza instabile delle Ferrovie della Calabria: in seguito ha passato la parola all'Ing. Marcelli, che ha fornito qualche rapido dato tecnico del ponte. Una panoramica sulla situazione finanziaria delle FC ed in generale della Regione Calabria anche da parte di Fausto Orsomarso, e per finire la parola è passata all'Ing. Francesco Ventura, che ha ricordato il dipendente Alessandro Chianello: dopo pochi minuti si è tenuta la commemorazione da parte del Vescovo, con la consueta benedizione del viadotto, ed è stata scoperta la targa affissa sul ponte, in ricordo di Alessandro:


Dopo la commemorazione la Dott.ssa Clara Ricozzi ha invitato i presenti a spostarsi dall'altro lato del ponte, per ammirare il passaggio del DE M4c 503 (prima dell'inizio della conferenza era stato debitamente "nascosto"!), che ha effettuato una sosta sul viadotto tra gli applausi dei presenti: speriamo si risolvano gli ultimi problemi e che entrino in servizio regolare al più presto!


Il 503 in sosta sul ponte, sopra gli sguardi ammirati dei presenti: in seguito è stato spostato alla vicina stazione di S.Pietro Apostolo, dove è stato anche visitato internamente.

Verso le 12:30 si riparte alla volta di Catanzaro Città, dove il 503 verrà ricoverato dopo la sua bellissima mattina di gloria.

La mattina di gloria però non è stata solo per il nostro Stadler, ma un pò per tutti i presenti all'inaugurazione, in particolare per i sindaci dei centri serviti dalla linea, che finalmente tornano ad avere un servizio veloce e sicuro da e per Catanzaro. Purtroppo dobbiamo ammettere che non si sa quanto il momento di gioia possa durare: tante, troppe incognite ancora gravano sulle Ferrovie della Calabria che, per dirla con un termine che ormai ci accompagna in TV e nei giornali tutti i giorni, rischiano letteralmente il default...iniziando dalle linee Taurensi, passando per la Colosimi-Rogliano e finendo ai prepensionamenti ed al blocco della assunzioni ed al clima di tensione ed intimidazione, nessuno sa bene come potrebbe evolvere la situazione: l'unica cosa che possiamo fare è sperare in tempi migliori per le nostre Ferrovie della Calabria, che come sappiamo bene potrebbero essere veicolo di grande sviluppo economico, sociale e turistico per la nostra Regione.

Ma non è ancora tutto con i "fermenti"! Novità altrettanto interessanti in arrivo nei prossimi giorni!

17 commenti:

Ellis ha detto...

Bravissimo, bel reportage.
Quando ci sono buone notizie, le levatacce pesano meno!

Shay Parkman ha detto...

Ringrazio di cuore le FC per aver fissato la data dell'inaugurazione proprio quando stavo fuori.. :(

Apparte gli scherzi, è senza dubbio un gran sospiro di sollievo vedere quel ponte. Speriamo solo che adesso i 500 non siano utili solo alle inaugurazioni..

FdC ha detto...

Un lavoro di ricostruzione e di ammodernamento della tratta benfatto, speriamo si continui così anche per le altre linee.

FdC ha detto...

per la situazione economica serve rigore, a mio parere bisognerebbe recuperare crediti vantati,aumentare di poco le tariffe,combattere l'occupazione abusiva di stazioni e caselli riscuotendo mensilmente il canone, più controlli sui bus dato che il 70% evade il pagamento del biglietto,vendita di più spazi pubblicitari,ovviamente per rilanciare l'azienda servono attivita' nuove, linee metropolitane (cs,cz)nuove corse bus,ecc.....

Admin ha detto...

Grazie Ellis!!!!! :D
Eh sì, siamo partiti da Cz Lido con Francesco, in motorino, alle 4:30... O____O ma ne è valsa la pena!!! :P

Vittòòòò non ti lamentare che pure voi avete visto di tuttoooo ed anche di più!!!ahaha! :O

Admin ha detto...

Concordo con FdC sulle modalità di rilancio: giusto per fare un esempio, tra Cz Città e Cz Lido bisogna assolutamente ripristinare i vecchi orari, ottimi quelli degli anni 2004-2005, dove tutti i treni delle ore di punta venivano effettuati in doppia di M4c...e la gente era in piedi lo stesso!! :O Speriamo entrino al più presto in servizio gli Stadler, così si potrà tornare ai bei tempi...almeno si potrà recuperare un pò di denaro, per quanto possibile!

GTbg ha detto...

ottimo reportage e ottimo lavoro. pure essendo figlio di una calabrese non ho mai avuto occasione di vedere ste benedette FdC. eppure in vacanza sono vicino alla defunta gioiosa marina-mammola e a rosarno ci passo tutti gli anni lasciando l'A3 per immettermi sulla SGC gioiosa-rosarno, una capatina sulle taurensi le potevo fare, ormai sono "chiuse" e speriamo che le riaprano così potrei godermele...

fra.laz ha detto...

Vabbè..alla fine gli orari del 2004-2005 erano gli stessi in vigore fino a ottobre 2010, prima dell'interruzione della Catanzaro Lido - Catanzaro Città...il problema è che dal 2005 al 2010-2011 i viaggiatori sono molto calati e non per gli orari, che sono rimasti invariati, ma per i vari problemi giornalieri che hanno fatto fuggire l'utenza...ritardi di quasi 10 minuti costanti nella fascia oraria tra le 7.30 e le 11, problemi alle macchine che hanno portato ad una carenza di materiale rotabile utilizzabile, con picchi di 5 macchine su 10 ferme e conseguente soppressione temporanea di una corsa la mattina e riduzione a composizioni singole in luogo di doppie, originariamente già affollate..in queste condizioni ovviamente la gente scappa, soprattutto se il tragitto da effettuare è di soli 10 km..l'interruzione di ottobre poi ha dato il colpo di grazia, anche se, per fortuna, la frequentazione rispetto a novembre '10 - marzo '11 si è nettamente ripresa, anche se non ai livelli pre-interruzione...

FdC ha detto...

news taurensi entro 70g il settore gommato fc di gioia tauro alla ppm di palmi,vergogna!

Admin ha detto...

Assurdo, letteralmente assurdo...soprattutto se consideriamo che anche le varie municipalizzate non godono certo di salute migliore rispetto alle FC...mah!!!! Io ho forti dubbi che la PPM riesca a gestire l'intero trasporto su gomma ex-FC della Piana!!
Comunque per quanto riguarda la Cinquefrondi e la Palmi/Sinopoli, pare che la Regione abbia accettato il tavolo con Italia Nostra e l'Università di Reggio per il ripristino...unica cosa è che ancora non ho capito dove sono andati quei benedetti 20 milioni stanziati dalla Regione...spero non vadano a finire, guarda caso, per la questione del trasferimento della gomma alla PPM...

Comunque per quanto riguarda Catanzaro mi sono sbagliato io!! Francesco ha ragione (me ne aveva parlato giorni fa!), il calo delle utenze c'è stato più che altro per i problemi di ritardi cronici...speriamo che adesso il numero di viaggiatori torni ad avvicinarsi a quello degli anni scorsi! Specialmente quando entreranno in servizio gli Stadler si potrà tornare ad un cadenzamento semi-orario...spero!

X GTbg: se fai un giro dalle parti di Gioia Tauro, volendo puoi dare un'occhiata al Deposito Locomotive...se nel caso riesci ad andarci, facci poi sapere in che condizioni sono le automotrici e se almeno le hanno ricoverate al chiuso...o le hanno lasciate tutte fuori! -___-
Ciaooo!!!

FdC ha detto...

già nel 2008 la ppm era quasi fallita, per qusta situazione dobbiamo ringraziare scopelliti e orsomarso che in ogni conferenza stampa si vantano di aver fatto parecchi incontri al ministero per salvare l'azienda, ma dato le ultime news si sono rivelati inutili,sono stati capaci di spezzettare la piu' grande azienda di tpl in calabria in un solo anno.

fra.laz ha detto...

In verità, da quanto ho capito durante il discorso di Orsomarso all'inaugurazione del ponte, pare che dalla Regione ci siano diverse perplessità riguardo il "Piano Industriale" FC, e una tra queste (almeno così mi è sembrato di capire) riguarda proprio la cessione delle quote alle municipalizzate di Palmi, Cosenza e Catanzaro, cosa che preoccupa ulteriormente il personale degli autoservizi FC perchè fatta esclusione per l'Amaco di Cosenza pare che nessuna delle altre due goda di stabilità economica tale da garantire maggiore serenità per il futuro degli autisti.. (l'Amc di Catanzaro, ad esempio, mi sembra abbia un buco di circa 5 mln di € :S )
Al contrario sembra che invece il sindaco di Catanzaro Traversa sia un sostenitore della cosa, perchè ai suoi occhi questo potrebbe essere un modo per riuscire a stabilizzare l'Amc..

FdC ha detto...

queste operazioni aggraveranno di molto la già precaria situazione economica delle municipalizzate

Admin ha detto...

Ed il bello è che queste "manovre" le spacciano per INTEGRAZIONI...buonanotte... :S
Alla fin fine arriveremo al punto che a Catanzaro, per esempio, avremo il servizio su gomma AMC ed ex FC riunito sotto l'AMC, e continuerà ad esserci una tariffa non integrata con la ferrovia. Così sarà ancora più incasinata l'AMC e non cambierà nulla per i pendolari. Quanto scommettiamo? -___-

A proposito: ma a Catanzaro il servizio gommato "interno" delle FC quale sarebbe? O si riunisce sotto AMC tutto il servizio su gomma che oggi raggiunge Soverato e l'hinterland di Catanzaro?? Spero non sia così perchè sarebbe follia pura...

fra.laz ha detto...

Ma la cessione infatti non riguarda il servizio "interno", perchè non esiste se non a Soverato, Vibo, Gioia Tauro e (più o meno) a Castrovillari e Gioiosa.. Quindi ovviamente, sia a Catanzaro che a Cosenza, la cessione riguarderà le autolinee extraurbane. C'è da vedere se tutte o in parte e se le eventuali spartizioni saranno solo con le municipalizzate o con altre aziende di TPL... -.-
Certo è, purtroppo, che probabilmente alla fine dei conti verrebbe quasi da augurarsi un trasferimento ad altre compagnie di autoservizi, che probabilmente stanno di gran lunga meglio delle municipalizzate (per lo meno a Catanzaro e Gioia Tauro..)

Admin ha detto...

Ma che poi questo benedetto servizio urbano di Soverato...venisse gestito decentemente!!!! Quasi nessuno sa che esiste, e quei pochi che lo sanno ancora non hanno capito che giri fa e con che orari...e nei luoghi di prevista fermata non c'è neanche un cartellino che lo indichi!
A mala pena c'è un foglio con gli orari affisso ad una finestra della "stazione" FC...

FdC ha detto...

anche orsomarso ha stoppato i trasferimenti alle municipalizzate, secondo me il risanamento deve essere interno ottimizzando le attività con più controlli nei vari centri,poi per risolvere il problema si potrebbe creare una arct(azienda regionale calabria trasporti)con la regione amministratrice insieme a fc,oppure accorpare le piccole imprese a fc così facendo si potrebbero ottimizzare i servizi e ridurre le spese.

 
Il primo blog dedicato al trasporto ferroviario in Calabria...by Roberto Galati...email - msn: exp826@hotmail.it