I contenuti di Ferrovie in Calabria sono a disposizione di tutti, ma a condizione che, se sfruttati, siano accompagnati dall'indicazione della fonte (blog o autore dei testi/fotografie). Tutto il materiale ivi pubblicato è protetto da Copyright, perciò per evitare situazioni incresciose vi preghiamo di seguire questa piccola regola. Buon Viaggio!

• 14/10/14 • La mancanza di energia per l'alimentazione elettrica, sulla linea Paola - Cosenza, causa l'arresto improvviso di un treno nella galleria Santomarco: si è trattato della simulazione di criticità, tenutasi stanotte all'interno della lunga galleria posta sulla ferrovia Paola - Cosenza. Qui la news di ANSA Calabria • 13/10/14 • Trenitalia: a partire dal 15 ottobre verrà ripristinato il treno Regionale 22664 Reggio Calabria Centrale (11.30) - Rosarno (12.50), mentre verrà soppresso, solo nella giornata del 15 ottobre, il Regionale 22653/22654 Melito PS (6.45) - Rosarno (8.45). Qui il comunicato di Fsnewss • 04/10/14 • Si è tenuto nella giornata del 2 ottobre, l'open day alla stazione RFI di Fuscaldo, i cui ambienti non più utili ai fini dell'esercizio ferroviario, sono stati assegnati alla locale cooperativa agricola "Il Segno": prosegue quindi anche in Calabria, il programma di Rete Ferroviaria Italiana che prevede il recupero e l'affidamento a fini sociali delle stazioni parzialmente o totalmente dismesse. Qui la news • 29/09/14 • Si terra alla stazione RFI di Bova Marina, giorno 9 ottobre, un nuovo sit-in di protesta contro il declassamento della ferrovia Jonica. Clicca qui per aderire all'evento su facebook • 22/09/14 • Taglio delle stazioni sulla ferrovia Jonica: l'assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele, scrive ad RFI per chiedere rassicurazioni sul progetto di ridimensionamento, in vista di una riorganizzazione dell'orario regionale lungo la linea Jonica. Qui il comunicato • 13/09/14 • Pubblicati sulla nostra pagina gli orari dei servizi ferroviari Ferrovie della Calabria previsti a partire dal prossimo 15.09.2014. Vedi qui • 12/09/14 • Il fabbricato viaggiatori della ormai dismessa fermata di Curinga (posta sulla linea Tirrenica tra Lamezia Terme ed Eccellente), è stato ufficialmente attribuito da RFI, ad uso gratuito del Comune. Qui la delibera del consiglio comunale • 09/09/14 • Domani, 10.09.2014, il candidato per le Regionali con il Centrosinistra Oliverio si recherà nella stazione delle Ferrovie della Calabria di Soveria Mannelli, dalla quale partirà alla volta di Catanzaro a bordo del treno 17 delle 10.25. Arrivato a Catanzaro incontrerà a via Milano i lavoratori e sindacalisti delle FC e dell'AMC di Catanzaro. Leggi qui

02 set 2010

1910-2010: 100 anni e non li dimostra!

Cento anni fa volgevano a termine i lavori di costruzione di un mezzo di trasporto che avrebbe rivoluzionato il modo di spostarsi a Catanzaro: si trattava della mitica ed immortale funicolare, che oggi più di ieri aiuta il centro storico del nostro capoluogo a contenere lo sconvolgente traffico automobilistico. Inizialmente l'attuale tratto in funicolare da Catanzaro Sala a Piazza Roma, faceva parte di un sistema tranviario ben più esteso(gestito fino al 1949 dalla STAC-Società Tranvia Automotofunicolare di Catanzaro), che collegava il piazzale della stazione FS di Catanzaro Sala, con Pontegrande, rione all'estremo nord di Catanzaro. In pratica dietro l'elettromotrice tranviaria partita da Catanzaro Sala, giunta alla base della tratta in funicolare, veniva agganciato una sorta di spintore, appunto agganciato alle funi, che spingeva il tram fino a Piazza Roma, incrociando a Piano Case quello discendente, ovviamente unito al secondo "spintore". Nel 1954 a causa di un incidente l'intero sistema venne soppresso ed abbandonato per lunghi anni, finchè nel 1998(mentre Catanzaro diventava invivibile per il traffico) non venne riattivato il tratto in funicolare, gestito dalle Ferrovie della Calabria. Le due nuove vetture, costruite dalla Poma Italia, hanno una capacità di trasporto di 70 persone ed il servizio viene svolto con una corsa ogni 10-15 minuti nei due sensi, dalle 7:00 alle 21:00.

Attualmente si sta lavorando per la costruzione di un camminamento al chiuso che collegherà il capolinea "basso" della funicolare, con la ex area FS di Catanzaro Sala e soprattutto con l'omonima stazione delle FC. Inoltre alla cerimonia per i festeggiamenti dei 100 anni, svoltasi il primo settembre, a grande sorpresa è stato illustrato il progetto di ripristino di addirittura tutta la tranvia lungo il Corso Mazzini, che dovrebbe essere alimentata a metano. Sembrerà incredibile, ma forse dopo 100 anni Catanzaro tornerà ad avere uno dei sistemi di trasporto urbano misto più insoliti d'Europa!!

I numeri della funicolare al completo:

Dislivello: 154,60 m
Lunghezza della linea: 678,37 m
Pendenza media: 28,14 %
Capacità di ogni vettura: 70 persone
Tempo minimo di corsa: 130 sec
Potenzialità max per senso di marcia: 1575 pers/ora
Velocità max di esercizio: 7 m/sec

Potenza motore elettrico: 220 kw


"Qualche anno fa" il tram di al capolinea funicolare di Piazza Roma.


Il capolinea di Piazza Matteotti oggi(foto di Vittorio Lascala)


Questo è quel che resta, purtroppo, dei tram e degli spintori, ancora oggi uniti come ieri, anche se in un groviglio di rottami...questa sorta di museo a cielo aperto si trova proprio nei pressi del capolinea di Catanzaro Sala...


...dove una moderna vettura è sempre pronta ad accompagnare pendolari, studenti e turisti nel centro di Catanzaro.

Cogliamo l'occasione per esprimere la nostra totale solidarietà all'ing. Santo Marazzita, direttore dell'esercizio delle Ferrovie della Calabria, che nei giorni scorsi è stato vittima di un vile, primitivo e stupido atto intimidatorio: speriamo vengano scoperti al più presto gli autori di questo gesto infame, e che vengano duramente puniti come meritano.

9 commenti:

Clo&demk ha detto...

QUando le cose son fatte bene durano....

Peccato per quell'ammasso di "rottami" a cielo aperto che non fanno altro che inquinare il territorio.

Anonimo ha detto...

giorno, per caso sapete se le autolinee(Autobus) ferrovie della calabria si sono unite alle autolinee scura?
per caso l'orario san giovanni-cosenza è stato modificato?

Admin ha detto...

Duranno eccome!!!Immagina che nel lungo periodo di chiusura è stato tutto totalmente abbandonato, eppure nel '98 quando hanno riaperto la sede ferroviaria(non i binari e gli impianti ovviamente!) era perfetta!
L'ammasso di rottami per i "non esperti" è orrenda a vedersi, ma comunque inquinamento vero e proprio non ne causano, visto che si tratta esclusivamente di materiale acciaioso e ferroso... certo però non meritavano certo di finire sparsi così... :'(

Admin ha detto...

X Anonimo: non saprei dirti precisamente.... :( hai scelto un pò il posto sbagliato per chiedere info sugli autobus!!!! ahahaha!!

Clo&demk ha detto...

inquinamento nel senso della vista.
Degradano la zona quei rottami /:

Hanno fatto il loro dovere sino alla fine.
Ovvio che meritano una fine più dignitosa.

Purtroppo qui da noi mancano musei specifici.
Eppure credo che se ben sponsorizzati farebbero successo....
io lo visiterei XD

Anonimo ha detto...

grazie lo stesso!

Admin ha detto...

Ma infatti quando ho visto quell'ammasso di rottami ho pensato: ma che è quel porcile???
Poi guardando bene abbiamo notato delle ruote ferroviarie...e da lì è partito tutto lo sconvolgimento! :|
Immagina un pò che fino al 2002 circa una delle vetture tranviarie era quasi integra, nei pressi della stazione di Catanzaro Sala...quando hanno iniziato a costruire il camminamento, hanno pensato bene di darle il colpo di grazia e farla a pezzi...e probabilmente i pezzi sono proprio quelli in foto!!!

X anonimo: eventualmente prova a visitare il sito delle FdC: www.ferroviedellacalabria.com , perchè gli orari dovrebbero essere sempre aggiornati!!Ciaoooo!!!

Shay Parkman ha detto...

DOVREBBERO! Per vedere quelli dell'interruzione tra Catanzaro e Rogliano ci sono voluti 2 mesi..

Anonimo ha detto...

good start

 
Il primo blog dedicato al trasporto ferroviario in Calabria...by Roberto Galati...email - msn: exp826@hotmail.it