I contenuti di Ferrovie in Calabria sono a disposizione di tutti, ma a condizione che, se sfruttati, siano accompagnati dall'indicazione della fonte (blog o autore dei testi/fotografie). Tutto il materiale ivi pubblicato è protetto da Copyright, perciò per evitare situazioni incresciose vi preghiamo di seguire questa piccola regola. Buon Viaggio!

• 14/10/14 • La mancanza di energia per l'alimentazione elettrica, sulla linea Paola - Cosenza, causa l'arresto improvviso di un treno nella galleria Santomarco: si è trattato della simulazione di criticità, tenutasi stanotte all'interno della lunga galleria posta sulla ferrovia Paola - Cosenza. Qui la news di ANSA Calabria • 13/10/14 • Trenitalia: a partire dal 15 ottobre verrà ripristinato il treno Regionale 22664 Reggio Calabria Centrale (11.30) - Rosarno (12.50), mentre verrà soppresso, solo nella giornata del 15 ottobre, il Regionale 22653/22654 Melito PS (6.45) - Rosarno (8.45). Qui il comunicato di Fsnewss • 04/10/14 • Si è tenuto nella giornata del 2 ottobre, l'open day alla stazione RFI di Fuscaldo, i cui ambienti non più utili ai fini dell'esercizio ferroviario, sono stati assegnati alla locale cooperativa agricola "Il Segno": prosegue quindi anche in Calabria, il programma di Rete Ferroviaria Italiana che prevede il recupero e l'affidamento a fini sociali delle stazioni parzialmente o totalmente dismesse. Qui la news • 29/09/14 • Si terra alla stazione RFI di Bova Marina, giorno 9 ottobre, un nuovo sit-in di protesta contro il declassamento della ferrovia Jonica. Clicca qui per aderire all'evento su facebook • 22/09/14 • Taglio delle stazioni sulla ferrovia Jonica: l'assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele, scrive ad RFI per chiedere rassicurazioni sul progetto di ridimensionamento, in vista di una riorganizzazione dell'orario regionale lungo la linea Jonica. Qui il comunicato • 13/09/14 • Pubblicati sulla nostra pagina gli orari dei servizi ferroviari Ferrovie della Calabria previsti a partire dal prossimo 15.09.2014. Vedi qui • 12/09/14 • Il fabbricato viaggiatori della ormai dismessa fermata di Curinga (posta sulla linea Tirrenica tra Lamezia Terme ed Eccellente), è stato ufficialmente attribuito da RFI, ad uso gratuito del Comune. Qui la delibera del consiglio comunale • 09/09/14 • Domani, 10.09.2014, il candidato per le Regionali con il Centrosinistra Oliverio si recherà nella stazione delle Ferrovie della Calabria di Soveria Mannelli, dalla quale partirà alla volta di Catanzaro a bordo del treno 17 delle 10.25. Arrivato a Catanzaro incontrerà a via Milano i lavoratori e sindacalisti delle FC e dell'AMC di Catanzaro. Leggi qui

06 nov 2012

Ferrovie della Calabria: il punto della situazione.

Sembra evolvere per il meglio, seppur lentamente ed in modo temporaneo, la disastrosa situazione delle Ferrovie della Calabria: nella giornata di ieri, infatti, si è tenuta una riunione tra il Presidente Scopelliti, l'Assessore ai Trasporti Fedele, l'Assessore al Bilancio Mancini, e le delegazioni sindacali di CGIL, CISL, UIL ed UGL. Durante l'incontro è stato assicurato che entro il 10 novembre, ci sarà il pagamento di una delle mensilità arretrate ai lavoratori delle FC (che ricordiamo avanzano ben quattro mesi di stipendi arretrati, oltre la quattordicesima), oltre agli oneri previdenziali per tutte le aziende di trasporto locale regionali, per un totale di 6 milioni e 770 mila Euro. Entro la fine di novembre, inoltre, verranno finanziate le quote delle trimestralità arretrate del trasporto su gomma FC per un ammontare di 9 milioni e 165 mila Euro, l'anticipazione della terza trimestralità del 2012 sempre dedicata al trasporto su gomma dell'azienda calabrese, per un totale di 12 milioni di Euro, ed infine la terza trimestralità destinata al trasporto ferroviario delle FC, di 6 milioni e 700 mila Euro. Tutto ciò, a detta dell'assessore Fedele, nonostante le gravi difficoltà di bilancio della Regione Calabria stessa. Inoltre prosegue il processo di trasferimento di tutte le quote azionarie delle Ferrovie della Calabria dallo Stato alla Regione, che dovrà essere completato entro il 31 dicembre dell'anno corrente.
Non sono però mancati i sit in di protesta, ormai quasi quotidiani, del personale delle FC: durante l'incontro a Palazzo Alemanni a Catanzaro (al quale hanno anche partecipato delegazioni di pendolari), numerosi dipendenti hanno manifestato sul piazzale antistante la struttura, mentre a Cosenza è stata completamente bloccata la funzionalità dell'autostazione a Vaglio Lise.
Non è mancato anche un incontro tra una delegazione di dipendenti ed il Sindaco di Catanzaro Sergio Abramo, che ha espresso tutta la sua solidarietà ai lavoratori dell'azienda, promettendo di partecipare al tavolo tecnico con la Regione, per cercare di porre fine a questa crisi che si protrae ormai da troppo tempo, e che ha portato alla paralisi di intere comunità dell'entroterra calabrese, impossibilitate a spostarsi con i mezzi pubblici delle Ferrovie della Calabria (che nella maggior parte dei casi sono gli unici!), per raggiungere i luoghi di lavoro e di studio.
Tutto ciò, come anticipato, è avvenuto nella giornata di ieri 5 novembre, che probabilmente (o meglio si spera...) è stato il giorno di "massima tensione": già da oggi è infatti ripreso, seppur parzialmente a singhiozzo, il servizio ferroviario, a seguito della probabile consegna dei primi rifornimenti di gasolio. In previsione già da domani dovrebbe essere riattivato anche il servizio su gomma, mentre quello su ferro dovrebbe tornare a livelli di normalità. Ribadiamo comunque che quello che viene riportato sulle pagine di Ferrovie in Calabria, ad eccezione ovviamente delle notizie ufficiali, è basato quasi esclusivamente sulle "voci" che circolano nell'ambiente aziendale e pendolare: non siamo perciò responsabili di eventuali cambi di programma improvvisi, o della non realizzazione di quello che ci viene comunicato e che pubblichiamo nei limiti delle nostre possibilità!

Chiudiamo questo breve post riassuntivo con una nostra considerazione: il finanziamento delle trimestralità e di parte dei pagamenti arretrati al personale sono sicuramente delle ottime notizie, che però non risolvono praticamente nessuno dei gravi problemi strutturali che affliggono l'azienda Ferrovie della Calabria.
Ci riferiamo alle cattive amministrazioni ai vari livelli che da anni continuano a destabilizzare l'intera società, agli sprechi di denaro pubblico proveniente dalla Regione, che comunque, anche senza "dispersioni", non basterebbe a coprire il fabbisogno di gestione della macchina aziendale, come anticipato in questo post pubblicato qualche giorno fa. Non di meno, anche le assurde divisioni sindacali e territoriali all'interno del personale stesso, non fanno altro che peggiorare la situazione, non venendosi a creare un fronte compatto di protesta.
Il vero risanamento e l'avvio verso un futuro prospero per le Ferrovie della Calabria, non può non passare attraverso la risoluzione di tali criticità!

Quel che è certo, è che il passaggio definitivo dell'azienda alla Regione, porterà ad un drastico bivio: rinascita o fine. Si spera che chi di dovere, al momento giusto, sappia scegliere la giusta via, per il bene della nostra Calabria...
Autobus fermi per mancanza di gasolio, nell'autostazione di Gioiosa Jonica: in secondo piano l'ex fabbricato viaggiatori di testa, della dismessa linea ferroviaria per Mammola...

















Sempre rimanendo in tema di Ferrovie della Calabria, ricordiamo ai lettori di Ferrovie in Calabria che nella giornata di giovedì 8 novembre, si terrà tra Cittanova e Polistena una marcia sui binari della  linea Gioia Tauro - Cinquefrondi, sospesa all'esercizio il 6 giugno dello scorso anno: l'evento è stato organizzato dall'Università Mediterranea di Reggio Calabria, ed in particolare dal Prof. Domenico Gattuso: appuntamento ai due capilinea alle ore 9:00, dai quali partiranno due gruppi di studenti e cittadini comuni, che si riuniranno a metà strada...o meglio, a metà ferrovia!

10 commenti:

Francesco Lazzaro ha detto...

Uno degli sprechi, ad esempio, (a mio avviso) potrebbe essere proprio quello immortalato in foto: autobus vecchi ristrutturati e ricolorati senza che ce ne fosse troppa necessità, né troppo guadagno e..... a caro prezzo!!

Fdc ha detto...

sulla non necessità di riverniciare sono d'accordo dove possibile, magari farei un restyling interno sedili,tendine ecc)cmq i due euroclass hanno circa 10-13 anni di vita il poker pure,il 370 giotto è qullo più anziano metà anni "90" mentre l'arway anno 2007-2008.Il piano secondo me per far cassa è il seguente:
Controlli sulle corse autobus o reinserimento del bigliettaio,
vendita di più spazi pubblicitari,vendita di beni immobili (caselli)non più utilizzati al servizio ferroviario,lotta contro chi non paga i canoni di affitto e gli abusivi che occupano stazioni caselli ecc, fusione di fersav e ferloc in fc in modo d'avere un solo consiglio d'amministrazione,reintegro della manutenzione bus in quei centri dove sono presenti le strutture predisposte e attrezzate,la creazione di nuove linee ferrate e automobilistiche.

Admin ha detto...

Mamma mia, io non ne capisco un tubo di autobus!! X___X giusto riconosco ad occhio quale è più vecchio e quale più nuovo, ed il costruttore...ahahahaha!!! :O
Comunque concordo con il tuo piano...certo, forse è un po' difficile istituire nuovi servizi, soprattutto ferroviari, con i tempi che corrono :(

Fdc ha detto...

ciao admin, basterebbe che si facesse chiarezza sulle due metro che da anni che si parla della loro costruzione tramite fondi europei,per le corse bus ti dico che non c'è un bus fc da gioia o rosarno per reggio o viceversa per cs o cz solo la lirosi, su crotone o marina di gioiosa lo stesso abbiamo dei centri con un raggio d'azione limitato al solo ex servizio ferroviario.Dimenticavo 11mln di fondi pisl verranno stanziati per la linea cs rogliano.

Francesco Lazzaro ha detto...

Io per forza di cose un pochino li riconosco invece! xD
I due euroclass sono quelli 'estremi' nella foto, cioè primo e ultimo. Sono tra i più diffusi nel parco FC, e credo che siano arrivati in serie diverse a partire dal 98-99-2000 fino al 2006 circa, anche se le ultimissime forniture, una trentina di bus circa, sono passate successivamente a Fersav e Ferloc. Gli Arway e Crossway sono invece gli 'ultimi' arrivati, i 'gialloni' ad esempio per intenderci (il quarto da sinistra in foto) e sono arrivati a partire dal 2007 (la prima fornitura, blu, con i loghi del vecchio tipo) fino al 2008-2009 mi sembra, e sono gli altri con cui gli euroclass condividono il primato di 'più diffusi' nelle FC.
Gli altri gialli in foto (secondo e terzo da sx, il terzo è un Poker mi sembra, quindi per esclusione il secondo sarà il 370 di cui parlava Fdc) invece sono 'ex blu', ristrutturati a Piano Lago dal caro vecchio Caputo.. Su questi bus 'ristrutturati' non ci sono mai salito, ma non so quale grande restyling possano aver fatto! Anche perché secondo me non avevano enormi danni (a differenza dei treni, che invece avevano la cassa 'mangiata' dalla ruggine), e quindi non penso che questo intervento abbia loro allungato particolarmente la 'vita'.

Per quanto riguarda l'unificazione di Fersav, Ferloc e FC anch'io concordo, ma bisogna vedere se concordano anche gli amministratori 'ex Sav' ed 'ex Locco'.. e soprattutto quelli FC, dal momento che il direttore generale di Fersav è... lo stesso di FC! Prendendosi a questo punto, probabilmente, anche doppio stipendio da DG x_x

Francesco Lazzaro ha detto...

Per quanto riguarda le nuove linee chissà.. io spero ancora nelle metropolitane di Cz e Cs, anche se non ci credo finché non iniziano i lavori x_x
Per le nuove linee bus invece penso che bisognerebbe provare a risistemare completamente l'attuale piano del TPL regionale.. elimininando tutte le linee a lunghissima percorrenza che esistono ora, a meno che non servano località non servite dalla ferrovia. Ovviamente un taglio che abbia come conseguenza:
1) il rafforzamento del servizio ferroviario;
2) il rafforzamento dei collegamenti con i centri dell'entroterra.

Ma queste cose si dicono da anni... e non le faranno mai.. per le solite 'forti pressioni' che non si riesce a non assecondare! :( :(

Fdc ha detto...

esatto gli ultimi euroclass 389 hanno il display luminoso indicante la linea percorsa radio cd ecc, su quei bus ricolorati hanno sotituito la selleria da rossa a blu quel poker sarà la 910 del dl di gioia in trasferta sullo jonio,dimenticavo i bus sopra citati appena arrivati erano dotati di radio cd e alcuni di tv per il servizio gt. L'unificazione di fersav e ferloc credo sia possibile perchè le fc detengono la maggioranza delle azioni,la riforma del tpl stenta a decollare perchè tocca i privati perchè se avesse toccato fc e da tempo che l'avrebbero fatta, voglio fare un esempio di una linea bus gestita in passato da fc e poi tolta, la castrovillari sapri fs, collegamento essenziale tra il pollino e il mare e il resto d'italia grazie alla coincidenza con i treni fs.

Francesco Lazzaro ha detto...

Sì.. la Castrovillari - Sapri la ricordo anch'io fino a qualche anno fa :( la famosa 'autolinea interregionale'.. Ma perché è sparita poi? Ma è andata a qualche altra azienda o è solo stata tagliata?? Non sapevo avesse coincidenza con i treni delle FS :O

Comunque mi è venuto un dubbio: non è che gli 11 milioni di cui parlavi, Fdc, sono quelli per la Rogliano - Soveria, invece che per la Rogliano - Cosenza? Anche perché 11 milioni sulla Rogliano - Cosenza.. per quali lavori - enormi - servirebbero? :O

Admin ha detto...

Caspita!!!!! Non sapevo fossero esistite autolinee delle FC sconfinanti!!! Sembra quasi qualcosa da tempi "calabro-lucani"...anche se in questo caso ci aggiungiamo anche un pezzetto di Campania! XD
Peccato davvero, era molto interessante come collegamento! :(

Fdc ha detto...

fino al 2006 prima della sospensione della linea giudicata troppo onerosa e poco remunerativa si poteva ancora parlare di calabro lucania,gli 11mln sono dei fondi pisl (progetti integrati sviluppo locale)che i comuni silani (rogliano capo fila e fc)hanno ottenuto per il miglioramento della tratta cs rogliano ai fini di renderla moderna per un futuro collegamento metropolitano (futuro),i comuni interessati dalle taurensi non hanno nemmeno presentato un progetto perdendo una grossa somma per il loro ripristino, e poi srivono sui giornali su progetti per la riapertura delle taurensi tutta pubblicità.

 
Il primo blog dedicato al trasporto ferroviario in Calabria...by Roberto Galati...email - msn: exp826@hotmail.it