I contenuti di Ferrovie in Calabria sono a disposizione di tutti, ma a condizione che, se sfruttati, siano accompagnati dall'indicazione della fonte (blog o autore dei testi/fotografie). Tutto il materiale ivi pubblicato è protetto da Copyright, perciò per evitare situazioni incresciose vi preghiamo di seguire questa piccola regola. Buon Viaggio!

• 14/10/14 • La mancanza di energia per l'alimentazione elettrica, sulla linea Paola - Cosenza, causa l'arresto improvviso di un treno nella galleria Santomarco: si è trattato della simulazione di criticità, tenutasi stanotte all'interno della lunga galleria posta sulla ferrovia Paola - Cosenza. Qui la news di ANSA Calabria • 13/10/14 • Trenitalia: a partire dal 15 ottobre verrà ripristinato il treno Regionale 22664 Reggio Calabria Centrale (11.30) - Rosarno (12.50), mentre verrà soppresso, solo nella giornata del 15 ottobre, il Regionale 22653/22654 Melito PS (6.45) - Rosarno (8.45). Qui il comunicato di Fsnewss • 04/10/14 • Si è tenuto nella giornata del 2 ottobre, l'open day alla stazione RFI di Fuscaldo, i cui ambienti non più utili ai fini dell'esercizio ferroviario, sono stati assegnati alla locale cooperativa agricola "Il Segno": prosegue quindi anche in Calabria, il programma di Rete Ferroviaria Italiana che prevede il recupero e l'affidamento a fini sociali delle stazioni parzialmente o totalmente dismesse. Qui la news • 29/09/14 • Si terra alla stazione RFI di Bova Marina, giorno 9 ottobre, un nuovo sit-in di protesta contro il declassamento della ferrovia Jonica. Clicca qui per aderire all'evento su facebook • 22/09/14 • Taglio delle stazioni sulla ferrovia Jonica: l'assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele, scrive ad RFI per chiedere rassicurazioni sul progetto di ridimensionamento, in vista di una riorganizzazione dell'orario regionale lungo la linea Jonica. Qui il comunicato • 13/09/14 • Pubblicati sulla nostra pagina gli orari dei servizi ferroviari Ferrovie della Calabria previsti a partire dal prossimo 15.09.2014. Vedi qui • 12/09/14 • Il fabbricato viaggiatori della ormai dismessa fermata di Curinga (posta sulla linea Tirrenica tra Lamezia Terme ed Eccellente), è stato ufficialmente attribuito da RFI, ad uso gratuito del Comune. Qui la delibera del consiglio comunale • 09/09/14 • Domani, 10.09.2014, il candidato per le Regionali con il Centrosinistra Oliverio si recherà nella stazione delle Ferrovie della Calabria di Soveria Mannelli, dalla quale partirà alla volta di Catanzaro a bordo del treno 17 delle 10.25. Arrivato a Catanzaro incontrerà a via Milano i lavoratori e sindacalisti delle FC e dell'AMC di Catanzaro. Leggi qui

01 lug 2012

Locomotori ex-Cementificio: la partita è iniziata!

Quando quasi sei anni fa Ferrovie in Calabria iniziava la sua avventura sul web quasi per gioco, nessuno poteva immaginare che che il 30 giugno 2012 il nome di questo blog e dei suoi amministratori sarebbe apparso sui tre più importanti quotidiani calabresi!
Ne avevamo già parlato l'11 giugno scorso nel post "Le sorprese ferroviarie di Catanzaro...", ma recentemente la vicenda legata al recupero delle due storiche locomotive ad accumulatori ritrovate al cementificio di Catanzaro ha iniziato a correre sul web, tra appassionati, storici e curiosi, estendendosi a macchia d'olio!
Il progetto di salvaguardia dei preziosi rotabili infatti sta prendendo forma, ed a questo proposito dobbiamo lodare per l'appassionato interessamento il Consigliere Comunale Sergio Costanzo, che ci ha contattato per partecipare nella giornata di venerdì ad una riunione tra il Sindaco Sergio Abramo e le massime dirigenze dell'Italcementi avente come tema centrale la demolizione dello storico cementificio di Catanzaro Sala, tematica nella quale ovviamente rientrano anche i due piccoli locomotori.
All'incontro, tenutosi nell'ufficio del Sindaco, si è discusso a grandi linee su come procedere alla ristrutturazione dei rotabili e soprattutto sul luogo (che sarà ovviamente all'interno del territorio comunale) dove in seguito esporre le due locomotive. La richiesta di Ferrovie in Calabria è quella del miglior compromesso tra protezione e visibilità, in parole spicciole trovando un luogo dove le locomotive siano al sicuro (relativamente) da atti vandalici ma, allo stesso tempo, fruibili al massimo da parte del pubblico, in modo da ricordare al meglio la grande storia che esse si portano dietro. Al momento abbiamo individuato come "candidati" il Parco della Biodiversità, struttura dall'ineguagliabile bellezza, tra l'altro facilmente raggiungibile dal mezzo per trasporto eccezionale che dovrà trasportare i rotabili, Villa Trieste, in centro città "incastrata" tra il Teatro Politeama ed il Municipio -della cui struttura fa parte-, e su proposta lanciataci dal Vice Sindaco nonchè Assessore alla Cultura Sinibaldo Esposito, che ringraziamo per la sua simpatia, cortesia e disponibilità, la "terrazza" del complesso monumentale del San Giovanni, uno dei luoghi in assoluto più suggestivi e carichi di storia del centro storico di Catanzaro. Non è però da escludersi l'ipotesi, altrettanto allettante, che le locomotive vengano monumentate separatamente in due luoghi diversi. Magari chissà, in attesa che in futuro ritornino nel loro luogo d'origine in ricordo dei tempi che furono, se tra qualche anno l'area dell'ex cementificio diventerà, come molti auspicano, il nuovo Parco della Fiumarella. Registriamo comunque un palpabile entusiasmo da parte delle istituzioni catanzaresi, come d'altronde anche dei dirigenti Italcementi e dei giornalisti presenti ieri a Catanzaro, sulla questione dei due piccoli locomotori. Un motivo in più per andare avanti e mettercela tutta!
Al momento è in corso di preparazione un nostro progetto definitivo sul recupero dei due locomotori da presentare al Comune, progetto sul quale certamente vi terremo informati. Ma non solo: chiediamo direttamente un vostro parere sulla questione dell'ubicazione dei locomotori. Sarà disponibile per l'intero mese di luglio un sondaggio in cui potrete esprimere la vostra preferenza (con la possibilità anche di scegliere due luoghi assieme) tra i tre luoghi precedentemente indicati, dei quali potete visualizzare immagini o avere maggiori informazioni semplicemente cliccando sul link a loro riferito. Se avete un luogo "tutto vostro" da proporre, ovviamente potete farlo commentando il post!


Alcune foto ravvicinate delle locomotive in attesa di conoscere il loro futuro: i cofani dei vani batteria della locomotiva n.2 sono stati aperti, e addirittura è possibile ancora leggere le tabelle con le date di sostituzione degli accumulatori e ricariche scritte con i gessetti!


Purtroppo la numero 1 ha perso un respingente durante le operazioni di traino all'esterno, e la cabina è incredibilmente piegata verso sinistra: non si sa come possa essere successo, ma questa "malformazione" era presente già quando la locomotiva era all'interno della rimessa.


Altra vista della graziosa "numero 2": notare le iscrizioni all'interno dei coperchi dei cofani ed i respingenti a bovolo tipici dei primi del '900...


Ultimi scatti a quel che rimane dello storico cementificio, e dell'enorme piazzale ferroviario ormai smantellato: l'unico tratto di binario ancora presente è all'interno della rimessa e...sotto le locomotive!

I due rotabili risultano ben conservati proprio perché dal 1986 alloggiano al coperto all'interno di queste due piccole strutture, al cui interno oltretutto sorgono l'alimentatore per la carica delle batterie (vandalizzato da ladri di rame), due motori di riserva dei locomotori ed una pesa collegata col bilico posto sul binario di raccordo FS.

Ecco intanto le scansioni degli articoli pubblicati oggi su Il Quotidiano della Calabria, Calabria Ora e Gazzetta del Sud: in quest'ultimo caso peccato per i tre notevoli strafalcioni, più precisamente sulle locomotive che non sono a vapore ma ad accumulatori, l'intenzione di comprendere in questo discorso anche la celeberrima M1.37, per la quale per noi l'ipotesi di monumentarla viene sicuramente come "ultima spiaggia" dopo averle provate tutte per realizzare un restauro funzionale, e la costituenda associazione che ovviamente non si chiamerà "Ferrovie della Calabria" ma "Ferrovie in Calabria". Ebbene sì, non siamo riusciti a mantenere il segreto, e tra non molto tempo questo blog (da qualche giorno raggiungibile all'indirizzo www.ferrovieincalabria.it) sarà anche il sito di riferimento dell'associazione che stiamo per costituire!
Tra oggi e domani sarà dedicato alla questione del recupero dei due rotabili anche un servizio sul TG del canale televisivo Calabria Channel - RTC, del quale se possibile renderemo pubblico il filmato.


Articolo del Quotidiano della Calabria

Articolo della Gazzetta del Sud

Articolo di Calabria Ora

8 commenti:

AlexMos ha detto...

Su questo sondaggio non so pronunciarmi, perché non conosco bene le aree di destinazione per fare una valutazione spassionata.

Admin ha detto...

Effettivamente il sondaggio è rivolto più che altro ai catanzaresi o comunque a chi conosce bene i tre luoghi...mi aspettavo una partecipazione diciamo bassina, purtroppo, ma comunque in un mese dovremmo avere dei risultati abbastanza significativi alla fine!!!! :P

AlexMos ha detto...

Io i luoghi catanzaresi che conosco bene sono Lido, Sala e Città :D

Anche qualcosa d'altro a dire il vero ...

Ellis ha detto...

Purtroppo conosco solo il complesso del San Giovanni, benchè la zona sia centrale e frequentata, non mi sembra il posto adatto a un rotabile.
Quindi do mezzo voto alle altre due soluzioni.

fra.laz ha detto...

Bravo Ellis!! Anch'io la penso così!! Pur amando come posto la terrazza del San Giovanni!
L'unica cosa: sicuro di aver votato? Perché i voti continuano ad essere 12 da ieri :O :O

Admin ha detto...

Concordo con Ellis, anche se al massimo al massimo al S.Giovanni si potrebbe monumentare la piccoletta n.2! Forse ha votato ieri ed anche dando la preferenza a due opzioni diverse il voto conteggiato è sempre uno! :O

Ellis ha detto...

Non ho votato perchè non conosco personalmente gli altri due siti e mezzo voto ciascuno non si può dare.

fra.laz ha detto...

Mezzo no.. ma uno ciascuno sì ;)

 
Il primo blog dedicato al trasporto ferroviario in Calabria...by Roberto Galati...email - msn: exp826@hotmail.it