I contenuti di Ferrovie in Calabria sono a disposizione di tutti, ma a condizione che, se sfruttati, siano accompagnati dall'indicazione della fonte (blog o autore dei testi/fotografie). Tutto il materiale ivi pubblicato è protetto da Copyright, perciò per evitare situazioni incresciose vi preghiamo di seguire questa piccola regola. Buon Viaggio!

• 14/10/14 • La mancanza di energia per l'alimentazione elettrica, sulla linea Paola - Cosenza, causa l'arresto improvviso di un treno nella galleria Santomarco: si è trattato della simulazione di criticità, tenutasi stanotte all'interno della lunga galleria posta sulla ferrovia Paola - Cosenza. Qui la news di ANSA Calabria • 13/10/14 • Trenitalia: a partire dal 15 ottobre verrà ripristinato il treno Regionale 22664 Reggio Calabria Centrale (11.30) - Rosarno (12.50), mentre verrà soppresso, solo nella giornata del 15 ottobre, il Regionale 22653/22654 Melito PS (6.45) - Rosarno (8.45). Qui il comunicato di Fsnewss • 04/10/14 • Si è tenuto nella giornata del 2 ottobre, l'open day alla stazione RFI di Fuscaldo, i cui ambienti non più utili ai fini dell'esercizio ferroviario, sono stati assegnati alla locale cooperativa agricola "Il Segno": prosegue quindi anche in Calabria, il programma di Rete Ferroviaria Italiana che prevede il recupero e l'affidamento a fini sociali delle stazioni parzialmente o totalmente dismesse. Qui la news • 29/09/14 • Si terra alla stazione RFI di Bova Marina, giorno 9 ottobre, un nuovo sit-in di protesta contro il declassamento della ferrovia Jonica. Clicca qui per aderire all'evento su facebook • 22/09/14 • Taglio delle stazioni sulla ferrovia Jonica: l'assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele, scrive ad RFI per chiedere rassicurazioni sul progetto di ridimensionamento, in vista di una riorganizzazione dell'orario regionale lungo la linea Jonica. Qui il comunicato • 13/09/14 • Pubblicati sulla nostra pagina gli orari dei servizi ferroviari Ferrovie della Calabria previsti a partire dal prossimo 15.09.2014. Vedi qui • 12/09/14 • Il fabbricato viaggiatori della ormai dismessa fermata di Curinga (posta sulla linea Tirrenica tra Lamezia Terme ed Eccellente), è stato ufficialmente attribuito da RFI, ad uso gratuito del Comune. Qui la delibera del consiglio comunale • 09/09/14 • Domani, 10.09.2014, il candidato per le Regionali con il Centrosinistra Oliverio si recherà nella stazione delle Ferrovie della Calabria di Soveria Mannelli, dalla quale partirà alla volta di Catanzaro a bordo del treno 17 delle 10.25. Arrivato a Catanzaro incontrerà a via Milano i lavoratori e sindacalisti delle FC e dell'AMC di Catanzaro. Leggi qui

06 nov 2010

Trenitalia: nuovo orario in vista...

Manca poco più di un mese alla pubblicazione del nuovo orario ufficiale delle FS, e le prime indiscrezioni sulle novità, spesso contrastanti fra loro, sono già "disponibili". Per quanto riguarda la Calabria come al solito non ci sono buone notizie, e stavolta si rischia davvero un gigantesco taglio ai servizi a lunga percorrenza: ma sarebbe nulla confrontato alle riduzioni previste al traffico Regionale.

Per quanto riguarda la divisione Pax, la novità più importante dovrebbe riguardare l'Espresso 890/893 Reggio-Roma via Roccella-Catanzaro Lido-Lamezia, che secondo alcune voci dovrebbe essere instradato via Crotone-Sibari-Paola(dove si terrebbe la manovra di aggancio/sgancio dalla sezione tirrenica), sulla traccia dell'Espresso 953/954 sul tratto Catanzaro Lido-Sibari: se così fosse l'890/893 diventerebbe praticamente inutilizzabile da Catanzaro Lido alla Locride, in quanto se si dovesse mantenere la traccia del 954, transiterebbe dalla Jonica sud tra le 15 e le 18 (per fare un esempio, da Siderno/Locri transiterebbe verso le 16:30, a differenza dell'orario attuale tra le 21 e le 21:10 nelle due stazioni). Lo stesso disastro avverrebbe in senso dispari, perchè il "nuovo" 893 farebbe servizio viaggiatori in Jonica sud tra le 10:30 circa e le 13 circa. Il tutto per un totale di quasi 15 ore di viaggio tra Locri e Roma, a differenza delle 9 circa(che potrebbero diventare anche meno con una traccia più decente) del collegamento attuale. Per farla breve, questa modifica sarebbe la scusa per una totale soppressione del collegamento per scarsa frequentazione(voluta da Trenitalia stessa) con l'orario estivo, se non con una VCO durante l'orario invernale del tutto. Un'altra voce parla nientemeno che della totale soppressione a partire dal 12 dicembre, al pari dei treni a lunga percorrenza da/per Crotone, ma per fortuna Trenitalia ha smentito queste ipotesi. Certo è che l'ICN "Freccia del Levante" Milano-Crotone e vv sia stato vergognosamente ridotto in condizioni pietose, composto da sole quattro carrozze(una cuccetta+tre UIC-X giubileo, come i vecchi ICN Scilla e Campanella jonici fino al 2006). E dire che fino a pochi mesi fa ancora la composizione era di tutto rispetto, con due cuccette UIC-X C6, una GC/Z di prima classe e 3 X Giubileo...

Ma la notizia che più rischia di mandare nel panico pendolari e ferrovieri è la prevista soppressione del servizio metropolitano tra Rosarno e Melito di Porto Salvo: si parla di ben 25 treni del servizio "Tamburello" e treni Regionali "tradizionali"...viene da chiedersi a cosa serva il tavolo Regione-Trenitalia da poco aperto dalla giunta Scopelliti, quando poi si rischia la quasi totale paralisi dei servizi ferroviari nella nostra Regione, lasciata ancora una volta nelle mani di aziende di autoservizi poco trasparenti: chissà perchè i soldi pubblici non ci sono mai per le ferrovie, e poi miracolosamente ricompaiono per finanziare lautamente questo o quell'imprenditorucolo della gomma? Chissà come mai nel 2010 sono stati erogati alle aziende di autotrasporto ben 128 milioni di Euro dalla Regione, e solo 64 per le ferrovie?
Questo è un altro passo verso la distruzione dello stato sociale, delle istituzioni e del rispetto per il cittadino: ma prima o poi la risposta arriverà, e quando arriverà ci sarà da divertirsi...


L'ALn668 1043 alla stazione di Catanzaro Lido: tutti i treni Regionali sulla Jonica e tantissimi sulla Tirrenica vengono ormai effettuati da singole automotrici, spesso affollati fino all'inverosimile...ovviamente quando non vengono soppressi.


La D445 1020 alla stazione di Reggio Calabria in testa al materiale dell'Espresso 893.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Quì c'è sotto qualche complotto perchè certe decisioni sono a limite del surreale...altro che manifestazioni, scioperi e tavoli di trattative!!!qui deve indagare la magistratura in merito a questa situazione....o meglio ancora bisogna lanciare un appello all'Unione Europea!!!!!

Admin ha detto...

Lo so, lo so bene ed hai più che ragione...è ormai certo che sotto ci sta qualcosa di grosso (mafia e compagnia bella infiltrata nei trasporti), il guaio grosso è che sinceramente non so come si possa uscirne fuori...perchè se l'efficienza dello Stato in questo caso sarà come quella che c'è nel contrastrare il traffico di droga, di armi e robe del genere...ho paura che non se ne verrà fuori praticamente mai, a meno che non venga fuori uno stato di polizia in semi-dittatura...

Anonimo ha detto...

Vorrei commentare un piccolo episodio, questa sera alle 17 circa nella stazione di crotone, stavanoallestendo il crotone molano, questo fosse il nome suo, ma dire il vero quello che ko visto sebrava il trenino della val gardena;avete visto dove ci anno ridotto l'organizzatori di trenitalia, se non vanno via i guastatori di trenitalia, chisa dove portano la calabria , e il resto con i trasporti.
saluti a tutti
l'anonimo pasquale

Admin ha detto...

Sole 4 carrozze...la depressione più totale...hai detto bene caro Pasquale...sembra il trenino della Val Gardena, con tutto il rispetto per quel mitico trenino che OVVIAMENTE non c'è più... :(

 
Il primo blog dedicato al trasporto ferroviario in Calabria...by Roberto Galati...email - msn: exp826@hotmail.it