I contenuti di Ferrovie in Calabria sono a disposizione di tutti, ma a condizione che, se sfruttati, siano accompagnati dall'indicazione della fonte (blog o autore dei testi/fotografie). Tutto il materiale ivi pubblicato è protetto da Copyright, perciò per evitare situazioni incresciose vi preghiamo di seguire questa piccola regola. Buon Viaggio!

• 14/10/14 • La mancanza di energia per l'alimentazione elettrica, sulla linea Paola - Cosenza, causa l'arresto improvviso di un treno nella galleria Santomarco: si è trattato della simulazione di criticità, tenutasi stanotte all'interno della lunga galleria posta sulla ferrovia Paola - Cosenza. Qui la news di ANSA Calabria • 13/10/14 • Trenitalia: a partire dal 15 ottobre verrà ripristinato il treno Regionale 22664 Reggio Calabria Centrale (11.30) - Rosarno (12.50), mentre verrà soppresso, solo nella giornata del 15 ottobre, il Regionale 22653/22654 Melito PS (6.45) - Rosarno (8.45). Qui il comunicato di Fsnewss • 04/10/14 • Si è tenuto nella giornata del 2 ottobre, l'open day alla stazione RFI di Fuscaldo, i cui ambienti non più utili ai fini dell'esercizio ferroviario, sono stati assegnati alla locale cooperativa agricola "Il Segno": prosegue quindi anche in Calabria, il programma di Rete Ferroviaria Italiana che prevede il recupero e l'affidamento a fini sociali delle stazioni parzialmente o totalmente dismesse. Qui la news • 29/09/14 • Si terra alla stazione RFI di Bova Marina, giorno 9 ottobre, un nuovo sit-in di protesta contro il declassamento della ferrovia Jonica. Clicca qui per aderire all'evento su facebook • 22/09/14 • Taglio delle stazioni sulla ferrovia Jonica: l'assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele, scrive ad RFI per chiedere rassicurazioni sul progetto di ridimensionamento, in vista di una riorganizzazione dell'orario regionale lungo la linea Jonica. Qui il comunicato • 13/09/14 • Pubblicati sulla nostra pagina gli orari dei servizi ferroviari Ferrovie della Calabria previsti a partire dal prossimo 15.09.2014. Vedi qui • 12/09/14 • Il fabbricato viaggiatori della ormai dismessa fermata di Curinga (posta sulla linea Tirrenica tra Lamezia Terme ed Eccellente), è stato ufficialmente attribuito da RFI, ad uso gratuito del Comune. Qui la delibera del consiglio comunale • 09/09/14 • Domani, 10.09.2014, il candidato per le Regionali con il Centrosinistra Oliverio si recherà nella stazione delle Ferrovie della Calabria di Soveria Mannelli, dalla quale partirà alla volta di Catanzaro a bordo del treno 17 delle 10.25. Arrivato a Catanzaro incontrerà a via Milano i lavoratori e sindacalisti delle FC e dell'AMC di Catanzaro. Leggi qui

09 dic 2009

Il nuovo orario si avvicina...

Sono stati finalmente pubblicati su trenitalia.it tutti i nuovi orari ferroviari in vigore dal prossimo 13 dicembre fino a giugno 2010. Il 4 dicembre è stata infatti caricata l'ultima tranche di treni mancante, cioè gli Intercity, gli Intercity Notte, gli Espressi e i Regionali, nonchè i treni a servizio internazionale e gli straordinari per il periodo natalizio, mentre gli altri treni erano stati caricati in due fasi precendenti a partire dal 16 novembre.Anche quest'anno, come ogni anno, il cambio di orario ha portato novità sia a livello regionale che nazionale, qualcuna bella, qualche altra un po' meno.

Per quanto riguarda le modifiche a livello locale la più importante è sicuramente il ripristino del collegamento regionale diretto Sibari-Reggio Calabria via jonica, un tempo effettuato con l'attuale 3757 che però, da un annetto a questa parte è limitato a Roccella Jonica. Con il nuovo orario invece questo treno, che prenderà il numero 3759 (numero del treno che parte attualmente da Roccella per Reggio alle 20.15, del quale verrà mantenuta la traccia) verrà effettuato unificando ben tre treni che percorrono oggi la jonica da Sibari a Reggio con qualche modifica sugli orari: il regionale 3735 infatti (attualmente 17.10 da Sibari) verrà anticipato alle 16.35 giungendo a Catanzaro Lido alle 19.01, da dove poi ripartirà alle 19.07 sostituendo il 12719 (attualmente 18.45 da Catanzaro Lido) e arrivando a Roccella alle 20.17. Da qui ripartirà alle 20.19, seguendo di fatto la traccia dell'attuale 3759, con arrivo a Reggio Calabria alle 22.10. Un peccato di questo nuovo collegamento è che probabilmente non verrà più effettuato con composizioni di D.445 più carrozze X dal momento che il tempo di percorrenza tra Crotone e Catanzaro Lido sembra un po' troppo breve per essere effettuato con questo tipo di composizione, considerando anche le tre fermate intermedie, e che da Catanzaro Lido in poi effettua fermate in tutte le località, svolgendo così un tipo di servizio normalmente affidato alle automotrici. Esiste tuttavia la possibilità che non scompaia completamente il servizio regionale a materiale ordinario sulla jonica poichè probabilmente per l'effettuazione del 3759 Sibari-Reggio non verrà utilizzato lo stesso materiale del 3742 Reggio-Sibari, che potrebbe mantenere lo stesso turno materiale attuale effettuando il 3757 Sibari-Roccella e proseguendo il giorno dopo per Villa San Giovanni, dal momento che il 3759 si effettua tutti i giorni lavorativi, mentre il 3742 il sabato è limitato a Catanzaro Lido come il 3757 (il sabato rispettivamente 25442 e 25457). Altro peccato è che non si effettua nei giorni festivi, durante i quali si mantengono con piccole modifiche gli stessi orari del 3735 e dell'8461.

Piccola modifica all'orario di partenza da Catanzaro Lido del 3751 Lamezia Terme - Reggio Calabria, posticipato di 5 minuti, con il nuovo orario alle 14.15. Probabilmente ciò si è reso necessario al fine di assicurare la coincidenza ai viaggiatori provenienti dalla jonica nord con il 12737 (14.03 a Catanzaro Lido), a meno che non sia stato riportato alla vecchia composizione con materiale ordinario, rendendo necessari i 15 minuti per le manovre di inversione a Catanzaro Lido.

Altra novità è che è stato nuovamente (e anche prevedibilmente) soppresso il servizio viaggiatori nella località di Simeri Crichi: con l'orario in vigore fino al 12 dicemre esiste infatti un unico treno pari a svolgere servizio viaggiatori in questa stazione, il 3730, nei soli giorni lavorativi. Al contrario a San Leonardo di Cutro resiste la fermata del 25387 Sibari-Catanzaro Lido, anche in questo caso unico treno a servire la località, soltanto il sabato feriale.

Per quanto riguarda la linea Catanzaro Lido - Lamezia Terme Centrale le uniche due modifiche sono relative agli ultimi due treni serali in entrambi i sensi: il 3789 infatti verrà posticipato dalle 21.13 alle 21.40 in seguito allo spostamento di 30 minuti della traccia dell'Eurostar Fast 9377 Roma-Reggio, in arrivo a Lamezia alle 21.29 anzichè alle 20.59; il 3790 invece, in seguito a questo spostamento non avrà da aspettare 6 minuti a Catanzaro per l'incrocio, che verrà spostato tra Marcellinara e Nicastro a suo favore, portando la percorrenza di questo treno a 42 minuti totali, un record sulla Catanzaro Lido - Lamezia!

A prima vista poche le modifiche a livello regionale sul versante tirrenico, mentre nessuna buona notizia sul servizio festivo tra Sibari e Catanzaro Lido, con 4 soluzioni di viaggio totali sia in senso pari (di cui una addirittura con cambio a Crotone e attesa treno coincidente di un'ora e venti!) che in senso dispari...

Lasciando il campo regionale, le modifiche a livello nazionale riguardano principalmente il cambio delle numerazioni dei treni Intercity tra Reggio Calabria e Roma, ma in alcuni casi anche i tempi di percorrenza e gli orari si sono modificati.

Ecco le principali modifiche in senso pari:

- ES*fast 9372 Reggio Calabria - Roma Termini posticipato in partenza dalle 6.46 alle 7.18, con arrivo a Roma alle 12.30 invece che alle 12.00 (-2 minuti di percorrenza in totale tra Reggio e Lamezia, nonostante i lavori a Gricignano!);

- ES* 9374 RC-RM diventa ES* 9376, arrivando a Roma un minuto prima, alle 15.15;

- ES* 9376 RC-RM diventa ES* 9378 con arrivo a Roma un minuto prima, alle 20.15;

- ES* 9378 RC-RM diventa ES* 9380;

- IC 522 (Crati) RC-RM diventa IC 550, con partenza da Reggio alle 6.50, due minuti prima rispetto all'orario attuale;

- IC 530 (Sila) RC-RM diventa IC 556, mentre la sezione jonica KR-Paola 534-535-536 diverrà 552-553-554;

- IC 724 (Archimede) SR-RM partirà da Villa S. Giovanni alle 14.55 (5 minuti dopo) e arriverà a Roma alle 21.31 anzichè alle 21.22;

- IC 590 (Francesco Cilea) RC-RM diventa IC 560, con arrivo a Roma Termini alle 22.45 invece che 22.33;

- IC 566-567-568 KR-MI (Murge) diventa IC 618-619-620, con arrivo a Milano posticipato (!) di 5 minuti, alle 21.10;

- ICN 750 RC-MI (Tommaso Campanella) arriva a Milano alle 10.20 anzichè alle 10.05;

- Exp 1930/1932/1934 SR/PA/RC-VE (Freccia della Laguna) arriva a Venezia Santa Lucia alle 11.18 anzichè alle 11.50 (miracolo?!).

In senso dispari:

- ES*fast 9377 Roma Termini - Reggio Calabria posticipato in partenza di 30 minuti alle 17.30, con arrivo a Reggio alle 22.42;

- IC 589 (Francesco Cilea) RM-RC diventa IC 551, con partenza anticipata da Roma di 7 minuti, alle 9.20;

- IC 507 (Sila) RM-RC diventa IC 555 con arrivo a Reggio alle 22.10 anzichè alle 22.08; la sezione per Crotone 511-512-513 diventa 557-558-559;

- IC 521 (Crati) RM-RC diventa IC 561;- IC 553-554-555 (Murge) MI-KR diventa IC 615-616-617, con partenza da Milano posticipata dalle 9.15 alle 9.50 e arrivo a Crotone allo stesso orario (miracolo x2!);

- ICN 751 MI-RC parte da Milano alle 20.15 anzichè alle 20.00 con arrivo a RC alla stessa ora attuale;

- Exp 823 (Freccia del Sud) MI-AG parte da Milano alle 11.30 anzichè alle 11.45, giungendo ad AG alle 10.03 anzichè alle 9.40 (circa 40 minuti in più!);
(Da notare come siano state allargate le tracce dei treni a lunga percorrenza da/per la Sicilia, in media di circa 30 minuti)

Con il nuovo orario cambia anche la denominazione di alcuni treni: verranno infatti chiamati "Frecciabianca" i treni ES*City e non più gli ES*, come sembrava che fosse verso metà novembre, nei giorni in cui erano stati caricati i primi orari dei treni successivi al 12 dicembre (ES*, AV e fast per l'appunto).

Rivoluzioni anche nel sistema tariffario: dal 13 dicembre infatti daremo il nostro addio alla tariffa "amica" (-20% sul costo del biglietto), che da aprile aveva già lasciato gli ES*, cedendo il posto alle tariffe "meno30" e "meno15", le quali danno diritto rispettivamente a uno sconto del 30 e del 15% in base all'anticipo con cui si richiede il biglietto per il viaggio prescelto (15 giorni minimo per la "meno30", 7 per la "meno15" - tariffe a posti limitati, ovviamente). Nessuna proroga invece per l'offerta -60%, che da aprile permetteva di viaggiare sui treni AV con uno sconto di circa il 60%; annullato anche lo sconto del 5% per gli acquisti dei biglietti da internet per i treni veloci a tariffazione ES*, per i quali è tuttavia prevista una proroga per l'offerta A/R in giornata al prezzo fisso di 99€ in seconda classe e 149 in prima, nonchè l'offerta per viaggiare in seconda classe su qualsiasi tratta a 48€ (fino al 28 febbraio) o l'offerta 2x1 sulla tratta Torino-Milano, pagando un biglietto per due persone a metà prezzo.

Purtroppo anche questa volta il cambio di orario ha significato un rincaro dei prezzi per i treni ES* (un biglietto Lamezia-Roma è passato dai 38€ del 2006 ai 52 odierni), ma per fortuna non per le altre tipologie di treno, per le quali - con il dovuto anticipo - sarà possibile, al contrario, viaggiare a prezzi inferiori rispetto a quelli attuali.


L'ETR460 23 pronto ad effettuare l'Eurostar 9378(che dal cambio d'orario diventerà 9380) Reggio Calabria Centrale-Roma Termini. Tutti i collegamenti Eurostar tra Roma e Reggio sono effettuati, in turno, con ETR460, 450 e 485, mentre l'ES* Fast (che percorre l'AV Roma-Napoli), viene effettuato con ETR600.

...Un ringraziamento speciale a Francesco Lazzaro, autore dell'accurata analisi sulle novità dell'orario 2009-2010...

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Finalmente una scelta sensata: il sibari - reggio calabria serale! andrebbe inserita qualche fermata utile in più per i regionali diretti lamezia - catanzaro lido - reggio calabria e vv. I centri ionici catanzaresi, oltre che alcuni della provincia di reggio, non possono essere serviti da qualche treno locale durante i giorni feriali... attendiamo fiduciosi... Peppe..

Peppe FSE MF-TA ha detto...

La traccia oraria troppo larga pero'e 5 ore in una ALn 668 sono a dir poco sfiancanti; comunque mi auguro che per il futuro si pensi ad un paio di collegamenti diretti tra Bari e Reggio Calabria via jonica, soprattutto per la prossima estate, il flusso di turisti pugliesi verso le coste calabresi e' in continuo aumento.

Admin ha detto...

Infatti!!!Oltre la traccia atroce, il fatto stesso della ALn668 (singola al 100%...doppie non se ne vedono più sulla Jonica e non si sa perchè) al posto del materiale ordinario sarà un deterrente per i viaggiatori!!
E' assurdo utilizzare automotrici per percorrenze del genere! Specialmente per treni che hanno comunque un'ottima frequentazione...e mi viene in mente il vergognoso Catanzaro Lido-Taranto effettuato con UNA sola autmotrice...assurdo veramente...
Comunque può darsi che il 3742 rimanga con materiale ordinario, effettuando poi un Sibari-Catanzaro Lido e poi Catanzaro Lido-Roccella come 3757, per poi effettuare il mattino dopo un Regionale Roccella J.-Villa San Giovanni...speriamo almeno questo!
ciaoooo!!

Anonimo ha detto...

Ovviamente quando si ragiona sull'inesrimento di nuovi treni e servizi si presuppone anche un miglioramento del materiale,anche se ciò credo sia davvero improbabile al momento... E pensare che fino agli anni Novanta il servizio regionale offriva diverse opportunità sia come servizi che come orari.. Treni regionali che transitavano anche a notte fonda...Bei tempi...Ma le Ferrovie della Calabria iniziaranno il loro servizio sulla ionica? si sa qualcosa a riguardo? -Peppe-

Peppe FSE MF-TA ha detto...

L' assurdita' delle scelte scriteriate di Trenitalia sta anche nel fatto che il Catanzaro-Taranto, viaggia con una Aln 668 strapiena (in estate addirittura la gente viene stipata all' interno), mentre il Sibari-Taranto che arriva nello scalo jonico immediatamente dopo viaggia con una E.633+2MDVC perennemente vuote.
A parte questo, secondo me le ALn 668 andrebbero utilizzate per tratte brevi e a carattere puramente regionale, oltre i 150 km ci vuole il materiale ordinario.
Saluti a Roberto e Vittorio.

Francesco Lazzaro ha detto...

Scusate se non ho parlato anche dell'inaugurazione dell'alta velocità e dei suoi tempi record, ma purtroppo è un evento che ha ben poco a che fare con la nostra Calabria e in generale il meridione...Comunque in realtà il 3757 resta Sibari-Roccella quindi il 3742 può partire direttamente da Sibari come 3757, senza dover arrivare prima a Catanzaro Lido..In ogni caso c'è da "baciare a terra" perchè per fortuna non sono stati soppressi i collegamenti notturni, come si vociferava fino a qualche mese fa'!..Per quanto riguarda il servizio di FC su RFI almeno per quanto mi riguarda nessuna novità, ma so con certezza che si sta lavorando ancora con le abilitazioni del personale per le linee RFI (ancora poca roba però).
Saluti..Francesco

ShayParkman ha detto...

Io il 3816 l'ho "sopportato" da Catanzaro Lido (e più volte da Torre Melissa/Cirò) a Policoro - Tursi, e in effetti due ore su una 668 sono leggermente controproducenti. E rosico da matti quando vedo il 3742/3757 con le sue 3 X open-space con 10 massimo 20 passeggeri. L'introduzione del Sibari-Reggio, alla fine, non è nulla di nuovo, in quanto come detto è solamente l'accorpamento di 3 corse.
Chi "gestisce" questa Jonica, e in misura maggiore i suoi frequentatori, sembra ancora aspettare Godot...

Admin ha detto...

...ed intanto manca ormai un giorno... :'(
godiamoci domani il 3742/3757 a materiale ordinario...perchè potremmo non vederlo più ... :(

carmen ha detto...

Piuttosto questo nuovo orario denota sempre di più che a trenitalia della jonica non frega nulla!!! Possibile che non venga istituito un ic rc-bari-lecce giornaliero magari con servizi di prima classe! Io vado ogni estate nel salento e mi da rabbia dover prendere ogni volta l'espresso notturno da lamezia oppure ancor peggio la lumaca adriatica ultra fatiscente...ragazzi ribelliamoci e facciamo un azione congiunta a roma!!! Invitiamo a Moretti a vedere le nostre freccie e a fare un bel viaggio :-) Ciaooo

Salvatore Scaramuzzino ha detto...

finalmente l'unificazione dello "spezzatino" serale ci voleva proprio, ma era proprio necessario fargli fare da locale?? comunque un gran bel passo in avanti comodissimo per chi rientra la sera verso la jonica da catanzaro e non deve stare con il patema di prendere l'ultimo diretto alle 6.10

Admin ha detto...

L'IC Reggio-Bari via Jonica è una delle cose per cui ci batteremo ad oltranza...è assurdo lasciare la Jonica senza un treno che la percorra per intero...del resto lo sbocco reale della Jonica è proprio Taranto e la Puglia!!
Anche semplicemente l'espresso notturno andrebbe benissimo...ancora oggi viaggia via Lamezia-Paola-Sibari, ma in inverno viaggia totalmente VUOTO!Diversamente, quando ancora era via Jonica, anche in inverno aveva la sua buona utenza...non ne parliamo in estate...nel 2003 o 2004 a Catanzaro Lido aggiunsero alla normale composizione di allora 5 carrozze UIC-X, ben 4 MDVC di rinforzo, perchè il treno esplodeva...alla faccia dell'inutilità!

Salvatore, domani avremo la conferma...speriamo sia composto con materiale ordinario e non con una misera automotrice! :(
ciaoo!!!

 
Il primo blog dedicato al trasporto ferroviario in Calabria...by Roberto Galati...email - msn: exp826@hotmail.it